Il Gp di Monza porta 24,6 milioni di euro agli imprenditori lombardi

Share

gp monza formula uno(Repubblica) L’indotto turistico diretto è in calo di quattro milioni rispetto allo scorso anno: la diminuzione interessa sia il sistema della ricettività, sia lo shopping dei turisti sportivi (8 milioni di euro).
MILANO – Il circo della Formula Uno torna a Monza, troche per la gioia di imprese e imprenditori lombardi che contano su un indotto turistico “diretto” di 24,6 milioni di euro. Solo in una settimana. Insomma se per i tifosi della Ferrari l’esito del Gran Premio di domenica difficilmente alimenterà le speranze di una vittoria mondiale, per il territorio l’evento sportivo porterà benefici economici notevoli.

Insomma, nonostante la crisi – sportiva – della Rossa di Maranello, i bolidi su quattro ruoto continuano ad attirare sponsor e tifosi, anche se le difficoltà non mancano. L’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza rilevano un calo dell’indotto diretto – rispetto al 2014 – pari a quattro milioni di euro: una diminuzione che interessa sia il sistema della ricettività – alberghiera ed extralberghiera – (incasserà 8 milioni di euro), sia lo shopping dei turisti sportivi (8 milioni di euro), mentre con il Gran Premio sono in arrivo per il settore della ristorazione 6,6 milioni di euro. Per il comparto della mobilità, fra trasporti e parcheggi, l’indotto è di circa 1,8 milioni di Euro.

Di certo la Formula Uno non è un “affare” solo per la provincia Monza e Brianza, ma anche per tutto il territorio limitrofo: l’edizione 2015 porta più di 12,6 milioni di euro nelle casse di albergatori, ristoratori e commercianti brianzoli, ma genera indotto turistico anche nell’area milanese per 7,5 milioni di euro, nelle località lacustri e di villeggiatura di Como e di Lecco con un indotto turistico rispettivamente di 2,6 milioni di euro e di circa 800mila euro.

Per Monza, però, il circus significa soprattutto ritorno di immagine e visibilità internazionale. Durante l’edizione dello scorso anno, il 70% degli imprenditori lombardi aveva dichiarato che il ritorno di immagine derivato dal GP è addirittura più importante dell’indotto. E così più del 90% delle imprese lombarde ritiene assolutamente importante che il Gran Premio si corra a Monza.

Share
Share