Megabus, record di biglietti per gli autobus low-cost. Domani parte il servizio

Share

MegabusNapoli, malady presentazione Megabus: l’assessore comunale infrastrutture e mobilità Mario Calabrese e Carlo Baggiani, Megabus development director Italia
Il 24 giugno vengono inaugurate ufficialmente le tratte in Italia. La compagnia annuncia di aver venduto 30mila tagliandi: mai negli altri Paesi europei si era registrato un simile interesse da parte dei viaggiatori. Per i primi cinque giorni biglietti garantiti a 1 euro

L’idea di viaggiare low-cost piace ai turisti italiani, almeno a giudicare dal successo che sta riscuotendo Megabus, la società dei trasporti via pullman a basso prezzo che inaugura domani le tratte italiane.
Il portale megabus.com ha annunciato di aver registrato un numero record di vendite di biglietti per la nuova rete italiana: “Nella scorsa settimana sono stati acquistati oltre 30.000 biglietti, al di sopra di ogni altro lancio avvenuto nei Paesi europei in cui megabus.com opera”, dice un comunicato della società. Dal 24 giugno, Megabus collegherà 13 città italiane promettendo tariffe a partire da 1 euro (cui si aggiungono i 50 centesimi di diritto di prenotazione). Il sistema, come accade per le prenotazioni presso le compagnie aeree, premia coloro che acquistano il tagliando con anticipo, poi il prezzo sale in base al numero di posti ancora liberi e alla tratta. Alla fine, la media europea di costo dei tagliandi è di 15 euro.
Le città interessate dalle nuove tratte sono Roma, Milano, Firenze, Venezia, Napoli, Torino, Bologna, Verona, Padova, Siena, Genova, Sarzana (La Spezia) e Pisa. Per i primi cinque giorni di servizio (dal 24 al 28 giugno), la compagnia promette di tenere fisso il prezzo a 1 euro di tutti i biglietti. Effettivamente, prenotando dal portale, la tratta Milano-Napoli per domani 24 giugno è venduta a quel prezzo. Il viaggiatore deve mettere in conto 12 ore e tre quarti di viaggio, ma il risparmio è significativo.
“Finora, la rotta più popolare tra i passeggeri megabus.com in Italia risulta essere la Napoli – Roma – Firenze – Bologna – Milano – Torino”, spiega ancora la compagnia scozzese in una nota. “Oltre a rafforzare il servizio di trasporto pubblico, il turismo e l’economia, l’azienda sta investendo in Italia con la creazione di circa 100 posti di lavoro attraverso l’apertura di due basi nella provincia di Bergamo e Firenze”. Circa 45 posti di lavoro sono previsti nella nuova base nella provincia di Bergamo (Bonate Sopra). La manutenzione e la sosta dei mezzi presso la base verrà effettuata grazie alla partnership con l’azienda locale Autoservizi Locatelli. L’azienda ha inoltre aperto una base a Firenze, nell’area di Santa Maria Novella, dove lavoreranno circa 50 persone dello staff. “La maggior parte dei dipendenti megabus.com è di nazionalità italiana ed è stata assunta con contratti italiani a tempo indeterminato”, specifica il gruppo.
La flotta di mezzi, composta da 23 autobus per 11 milioni di investimento, “offre connessione wi-fi gratuita, prese elettriche, aria condizionata e toilette. Megabus utilizza autobus più grandi delle compagnie standard e trasporta fino a 87 passeggeri su ogni mezzo. Ciò si traduce in tariffe più basse per i passeggeri”.

(La Repubblica)

Share
Share