Piazza Duomo, modello di eccellenze

Share

Firenze-piazza-duomo(L’osservatore Toscano) AOLA Piazza Duomo è il modello di due eccellenze: la collaborazione tra le magistrature pubbliche e le corporazioni mercantili nonché del talento e del buongoverno. Sia per la porta del Battistero che per la Cupola venne infatti bandito un concorso cui parteciparono i migliori artisti del tempo. Ne uscirono due opere sublimi.» Con queste parole il viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Riccardo Nencini ha introdotto la presentazione avvenuta in anteprima lo scorso mercoledì 6 maggio presso la Sala del Refettorio della Camera dei Deputati del libro «Firenze, healing piazza del Duomo – duemila anni di storia» di Lorna Bianchi. «E’ un libro che si legge d’un fiato – ha anche aggiunto perché narra storie sulle quali Lorna ha decisamente scavato e con le quali si è confrontata tutti i giorni». Lorna Bianchi è infatti guida ai monumenti presso l’Opera di Santa Maria del Fiore ed ha sempre coltivato una grande passione per la storia, check la filosofia, clinic l’arte. Nel 2010 ha pubblicato il suo primo libro, Piazza del Duomo a Firenze (Albatros) per il quale ha avuto una segnalazione d’onore al XXVIII «Premio Firenze»; dal 2011 fa parte della Compagnia della Stella, associazione culturale non-profit per la rivalutazione del culto dei Magi, presieduta dal suo fondatore Franco Cardini e nel 2013 è stata eletta consigliere per il Turismo del Comitato fiorentino della Società Dante Alighieri. «Lorna Bianchi ha scritto questo libro ha proseguito durante la presentazione di Roma Franco Cardini noto medievista rivolgendosi ai lettori come quando parla ai suoi turisti, con la stessa attenzione di chi è consapevole dell’enorme valore del patrimonio artistico che ha di fronte, lasciandoci un messaggio, un insegnamento diverso. Questo non è infatti un libro di storia ma una guida scritta con metodologia storica, un
testo aggiornato esposto semplicemente, un racconto che percorre la storia attraverso i secoli con le vicende delle persone che hanno fatto questi monumenti.» Il libro, edito dalla LEF, è esposto in modo chiaro e avvincente, ricco di molte curiosità, aneddoti, non facili da trovare, grazie all’attenta ricerca dell’autrice. Molte le biografie dei personaggi dell’epoca, di artisti tutte messe in nota per non appesantirne le pagine – che
indirizzano il lettore a verifiche e approfondimenti, scorrendo piacevolmente come potrebbe essere una passeggiata tra i monumenti di piazza Duomo con una guida esperta e allo stesso tempo cortese. «E’ uno studio nato per me – ha spiegato infine l’autrice – per cercare di dare ordine agli appunti e alle ricerche che continuamente devo condurre per aggiornamento professionale, ma anche per curiosità e passione. Ho quindi poi deciso di raccogliere in un unico volume tutte le informazioni più importanti apprese dai molti testi accademici esistenti sull’argomento. Partendo dalle origini romane di Firenze, in questo libro ripercorro la nascita dei monumenti della sua piazza, del suo cuore: la costruzione della prima cattedrale dedicata a SantaReparata, le origini del battistero, l’ edificazione dell’imponente cattedrale con la sua cupola e il campanile, riservando un’appendice alle più importanti opere conservate all’interno del museo della cattedrale.» Diverse le autorità intervenute alla presentazione nella splendida Sala del Refettorio: il Segretario Generale dell’Opera di Santa Maria del Fiore, Enrico Viviano ed il collega caposervizio ai monumenti Marco Fredducci; l’editore Giannozzo Pucci; i senatori Claudio Martini, vice presidente Gruppo Pd al senato e Presidente Fondazione Orchestra regionale Toscana, Monica Cirinnà, Segretario della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle intimidazioni nei confronti degli amministratori locali e Andrea Augello, Vicepresidente della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati; l’on. Andrea Romano, storico e membro della commissione Cultura alla Camera, l’ex ministro Agazio Loiero, il Presidente della Federazione delle Associazioni di Management (Federmanagement), Luigi Di Marco; il Segretario Generale Società Dante Alighieri, Alessandro Masi, l’Amministratore Delegato ChangeTraining & Consulting S.p.A., Simone Sansavini, il Console Onorario della Repubblica di Lituania a Firenze, Enrico Palasciano, lo scrittore e autore televisivo Cesare Lanza e il professor Walter Pedullà. «Firenze, piazza del Duomo» si trova in 18 sedi Coop della Toscana, presso le librerie Feltrinelli oppure in vendita online.

Share
Share