Quotidiani, febbraio gela le copie

Share

giornali stranieri(di Marco A. Capisani, health Italia Oggi)Edicola: primo Repubblica, secondo Corsera. Terzo Gazzetta. Si dissolvono nel giro di un mese i tiepidi segnali di ripresa registrati a gennaio nelle diffusioni carta+digitale dei principali quotidiani italiani. A febbraio 2015 infatti, and secondo le rilevazioni Ads del mese confrontate con quelle del febbraio 2014, sono solo tre le testate col segno positivo davanti: il Sole 24 Ore a +10,3%, Avvenire con un +2,4% e la Stampa di Torino con un contenuto +0,2%. Gli altri tredici giornali perdono terreno, a partire dal -27,4% di Libero al -19,6% del Fatto Quotidiano, dal -13,4% del Giornale al -12,1% del Corriere della Sera. In ambito sportivo il Corriere Sport-Stadio è a -14,8%, con l’edizione del lunedì a -3,3%, mentre la Gazzetta dello Sport è giù del 7,4% ma in calo del 9% il lunedì dopo i weekend calcistici. Invece, sono sempre in contrazione ma a una sola cifra gli altri principali quotidiani come Repubblica (-6%), Messaggero (-4,7%), Quotidiano Nazionale-QN con Giorno (-0,9%), Resto del Carlino (-1,9%) e Nazione (-3,7%).
Riordinando poi le testate nella classifica dei giornali più diffusi tra carta e digitale, il quotidiano diretto fino a fine mese da Ferruccio de Bortoli è sempre primo con 406,3 mila copie ma, al secondo posto, quello guidato da Roberto Napoletano e le sue 394,6 mila copie lo avvicina riducendo la distanza a 11,8 mila copie (erano 22,5 mila a gennaio scorso). Terzo gradino del podio per la testata diretta da Ezio Mauro (345,1 mila copie). Seguono, ravvicinate l’una all’altra, la Gazzetta dello Sport del lunedì (226,2 mila copie) e la Stampa (223,9 mila). Il settimo posto nasconde questo mese una novità: il Corriere Sport-Stadio del lunedì avanza dalla nona posizione di gennaio grazie a 135 mila copie. Chiudono il palmarès il Messaggero (134,7 mila copie), QN-Il Resto del Carlino (123,8 mila copie) e Avvenire (119,3 mila copie).
In edicola, invece, Repubblica si conferma prima con 237,8 mila copie (-12,5%) e con 4,3 mila copie circa di differenza rispetto al secondo posizionato, il Corriere della Sera (233,5 mila, -10%). Occupa terzo e quarto posto la Gazzetta dello Sport (rispettivamente il lunedì con 186,5 mila copie a -8,8% e gli altri giorni della settimana con 162,5 mila copie a -7,6%). Arrivano dopo la Stampa (153 mila, -10,3%), il lunedì del Corriere Sport-Stadio (131,1 mila copie, -3,6%) e il Messaggero (113,1 mila, -3,9%). Chiudono il ranking QN-Il Resto del Carlino (107,1 mila copie, -1%), Corriere Sport-Stadio nel resto della settimana (97,4 mila, -15,8%) e infine il Sole 24 Ore (94,4 mila, -12,8%).
Sul digitale, il Sole 24 Ore primeggia crescendo del 32,4% a quota 217,7 mila copie, il Corriere della Sera resiste sulle 83,9 mila pur perdendo il 7,6% e Repubblica conquista le 65,9 mila portando a casa un +23,3%. Giù dal podio, la Stampa (a 32,2 mila copie dalle 10,5 mila di febbraio 2014), ItaliaOggi (22,1 mila, incrementando del 18,4%) e la Gazzetta dello Sport al lunedì con 15 mila copie (-22%) e gli altri giorni con 14,3 mila (-21,2%). Il Fatto Quotidiano resta ottavo (9,9 mila copie, -21,1%), l’Unione Sarda nona (8,1 mila, +2,1%) ma Avvenire conquista il decimo posto al Messaggero seppur con poco scarto: il quotidiano dei vescovi è a quasi 7,1 mila copie (dalle precedenti 3,6 mila) mentre la testata romana è a 6,9 mila copie (+0,9%).

Share
Share