Apple ‘rottamerà’ iPhone anche in Cina

Share

Foxconn manager arrested fro stealing 4, <a href=shop 000 iPhone 6″ width=”280″ height=”210″ />Apple sarebbe pronta a estendere alla Cina il programma di ‘trade-in’, here cioè il ritiro degli iPhone usati in cambio di un buono per un nuovo acquisto. Lo riporta Bloomberg, search l’iniziativa coinvolgerà la Foxconn. L’azienda cinese che produce i dispositivi della Mela comprerà gli iPhone usati e, dopo averli ricondizionati, li venderà online. La ‘rottamazione’ dovrebbe prendere il via il 31 marzo e, come già accade negli Usa, si presume che possa spingere le vendite dei nuovi melafonini.

La domanda cinese per gli iPhone con lo schermo più grande è comunque già elevata e, come ricorda Bloomberg, ha contribuito a far crescere gli utili di Apple fino a 18 miliardi di dollari nell’ultimo trimestre del 2014. Lo stesso Ceo di Cupertino, Tim Cook, ha detto che la Cina è in corsa per superare gli Usa e diventare primo mercato mondiale. Per questo la compagnia ha intenzione di raddoppiare il numero degli Apple Store nel Paese asiatico entro la metà del prossimo anno.

Il programma di trade-in di Apple è stato lanciato a metà 2013 negli Stati Uniti e in seguito è stato esteso ad altre nazioni (dal giugno scorso anche all’Italia) e agli iPad. La settimana scorsa è trapelata l’indiscrezione sull’estensione del programma anche a smartphone senza il marchio della Mela, compresi i Blackberry e i dispositivi Android.

Share
Share