Chessidice in viale dell’Editoria

libri
Share

libriUnivision punta a un’ipo da un miliardo a Wall Street. La maggiore emittente americana in lingua spagnola pensa alla quotazione a Wall Street con un’ipo da oltre un miliardo di dollari. Una raccolta di questo genere farebbe salire la sua valutazione a 20 miliardi di dollari, debito incluso. La quotazione arriverà in un momento in cui l’emittente sta crescendo, sale di pari passo con l’aumento della popolazione ispanica negli Stati Uniti (+43% a 50 milioni di persone tra il 2000 e il 2010 e dovrebbe arrivare a 106 milioni nel 2050). Univision sta cominciando a essere un concorrente per rivali in lingua americana del calibro di Abc, Cbs, Fox e Nbc. L’emittente era stata rilevata nel 2007 per 12,3 miliardi di dollari da una cordata di private equity, che dopo la crisi ha più volte tentato di vendere, senza mai arrivare a chiudere l’accordo.
Mondadori porta Il Mio Papa in Centro America. Mondadori ha siglato un accordo di licensing con il Grupo Cerca, casa editrice che opera in Centro America e Repubblica Dominicana, per il lancio a partire dalla fine di marzo di Il Mio Papa in Costa Rica, Guatemala, El Salvador, Honduras, Nicaragua, Panama e Repubblica Dominicana. Dopo l’annuncio della pubblicazione in Brasile, Polonia e Germania, con distribuzione anche in Austria, Svizzera tedesca e Liechtenstein, il magazine prosegue quindi la sua espansione sui mercati esteri, raggiungendo complessivamente ogni mese i lettori di 13 Paesi del mondo, oltre all’Italia. Le nuove edizioni in lingua spagnola di Il mio Papa avranno una foliazione di 60 pagine e la stessa formula editoriale del giornale italiano diretto da Aldo Vitali.
Pubblicità, Google vuole acquisirà la start-up indiana InMobi. Google sta negoziando l’acquisto della start-up indiana InMobi, specializzata nella pubblicità per i cellulari. Fondata nel 2007 è valutata oltre un miliardo di dollari e può contare su un miliardo di clienti in 200 paesi. Attualmente il 43% dei clienti di InMobi si trova in Usa e in Europa e solo il 38% in Asia. In India, la maggior parte dei 240 milioni di utilizzatori di Internet si serve del mobile per connettersi alla rete. Non si tratta della prima acquisizione nel settore per Google che nel 2010 ha già acquistato per 750 milioni di dollari la società di mobile advertising AdMob.
Apple, iTunes e App Store bloccati. Per gran parte della giornata ieri gli utenti di Apple in tutto il mondo non hanno potuto accedere a iTunes, App Store e iBooks a causa di un blocco. Il problema, ha spiegato Cupertino sul suo sito, è iniziato alle 9 di mattina ora italiana e ancora in serata non si era risolto. Il blocco ha coinvolto più di 40 paesi nel mondo, Italia compresa.
ilmiolibro.it arriva a 300 mila utenti e oltre 30 mila titoli. Il sito di self-publishing del gruppo Espresso taglia il traguardo dei 300 mila utenti registrati che formano una vasta community di appassionati alla scrittura che nel corso degli anni ha messo online oltre 100 mila documenti. Al catalogo di oltre 30 mila titoli, tutti in self publishing, si aggiunge in questi giorni il nuovo libro dello scrittore e regista Roberto Faenza, un saggio dedicato alla Rai con prologo di Franco Battiato. ilmiolibro.it consente di pubblicare libri sia in edizione cartacea sia in formato digitale e di distribuire in e-commerce, in libreria con laFeltrinelli e negli ebook store italiani e internazionali come Amazon, Apple e Ibs. Offre inoltre agli autori, spiega una nota del gruppo, «velocità e percentuali di guadagno più alte e tempi di pagamento più rapidi di quanto possa fare l’editoria tradizionale».
Abruzzo, una film commission e una norma a sostegno dell’audiovisivo. La costituzione di una film commission regionale e una norma finanziaria che preveda un fondo per l’audiovisivo. Sono queste le iniziative della regione Abruzzo per sostenere il cinema e l’audiovisivo annunciate ieri a Roma in vista del IV Meeting internazionale dei giovani produttori indipendenti in programma da oggi fino a domenica a Pescara.
Fastweb: accordo con Dropbox, un terabyte spazio gratis a clienti. Fastweb e Dropbox hanno siglato un accordo per offrire Dropbox Pro ai nuovi clienti senza costi aggiuntivi. Come parte dell’accordo, la nuova offerta SuperJet di Fastweb per la casa e la nuova offerta Business Class per le Partite Iva, con Internet fino a 100 megabit al secondo illimitato e telefonate verso fissi e mobili nazionali illimitate, includeranno l’abbonamento gratis per 18 mesi a Dropbox Pro. Oltre a offrire un terabyte di spazio a disposizione, Dropbox Pro consente alle persone di condividere informazioni e collaborare pur mantenendo il pieno controllo dei propri dati.
Facebook chiude FriendFeed. Chiude la piattaforma che aggregava i post dei blog e dei social network nata nel 2007 e acquisita da Facebook nel 2009 per 50 milioni di dollari. Il motivo, ha spiegato un portavoce di Facebook, è la scarsità di utenti, diminuiti nel tempo con l’emergere e il rafforzarsi degli altri social network. FriendFeed chiuderà i battenti definitivamente il 9 aprile ma già ha chiuso le iscrizioni.

Share
Share