Bologna-Empoli 2-3: i toscani sono ad un passo dalla zona Europa

Share

Empoli ottavo a -1 dal Milan. Maccarone segna 2 gol ed esulta bevendo birra con i suoi amici.

Soccer: Serie A; Bologna-EmpoliBologna-Empoli, medical giocata sabato 19 dicembre, sales è la prima partita della 17° giornata di Serie A. Entrambe le squadre sono nel loro momento migliore: il Bologna dopo l’ arrivo di Donadoni si è allontanato dalla zona calda della retrocessione portandosi a 19 punti, recipe mentre l’Empoli è ad un passo dal Milan e ad un passo dalla zona Europa. Donadoni ha dovuto fare a meno dello squalificato Diawara (espulso contro il Genoa nella precedente giornata di campionato) e degli infortunati Krafth, Giaccherini, Rizzo, Zuculini. A centrocampo chiavi del gioco a Crisetig, mentre Brienza e Mounier affiancano Destro nel tridente. Nessun problema di formazione per Giampaolo invece, che schiera l’11 titolare: a Saponara il compito di innescare Maccarone e Pucciarelli.

La partita – La prima mezzora è praticamente un monologo dei toscani che dimostrano di avere un gioco fluido e collaudato. Dopo una ghiottissima occasione per Saponara, l’Empoli passa meritatamente in vantaggio al 23’: Saponara trova Pucciarelli che tira da centro area, il tiro è deviato da Rossettini alle spalle di Mirante. L’Empoli è in forma, e si vede, tant’è che poco dopo sfiora il raddoppio. Dopo una mezz’ora da incubo il Bologna si riprende e ha la prima vera occasione: Brienza lancia in profondità Destro leggermente in fuorigioco, Tonelli sbaglia e lo rimette in gioco, costringendo Costa al fallo dal limite. Per l’arbitro è punizione, Brienza con un sinistro sotto l’incrocio fa secco Skorupski, non esente da colpe. La squadra di Giampaolo però non si scompone e trova il raddoppio con un’altra splendida giocata: Zielinski pesca Maccarone in profondità e Mirante è battuto. Big Mac festeggia bevendo un sorso di birra con degli amici bolognese sugli spalti. Il significato del gesto lo ha spiegato lo stesso Maccarone a Sky: “E’ stato un gesto così, insieme ai miei amici di Bologna perché vado sempre al pub qui vicino. Sapevo che erano qui vicino alla panchina. E’ stato un gesto simbolico e bello perché loro sono tifosi del Bologna ma l’amicizia va oltre”. E quando il primo tempo sembra chiudersi con il vantaggio dei toscani, al 45′, ecco che il Bologna approfitta di una clamorosa indecisione tra Skorupski e Costa: Mattia Destro segna così il gol del pari.
Inizia il secondo tempo e l’Empoli scende in campo con la consapevolezza di aver gettato al vento un primo tempo magnifico per degli errori evitabili e con la voglia di recuperare, così alla prima occasione trova il gol: Pucciarelli resiste alla spallata di Masina, la mette in mezzo e Maccarone di testa batte Mirante. Il Bologna non molla fino alla fine ma, anche se recrimina per un paio di episodi dubbi in area, il risultato non cambia. E’ la quarta vittoria consecutiva in Serie A per i toscani, non era mai successo prima nella sua storia.

Dichiarazioni – Dopo il gol del vantaggio dell’Empoli Gastaldello e i suoi compagni si sono lamentati con l’arbitro. Il motivo è stato poi chiarito dallo stesso giocatore: “L’arbitro ha fischiato prima del gol, poi a fine partita ha ammesso di essersi sbagliato”. Il tecnico del Bologna Donadoni preferisce soffermarsi sugli errori della sua squadra: “Queste sono le partite che ci devono far capire quelle cose che vanno ancora migliorate, se lo faremo per il futuro sarà solo un beneficio. Avremmo voluto chiudere l’anno con un risultato differente ma bisogna dare anche merito all’Empoli di aver fatto un’ottima gara. Forse siamo stati un po’ troppo timorosi e titubanti e non lo capisco, questo mi dà più fastidio. Loro sono stati molto aggressivi e noi poco lucidi nel saper gestire il gioco. Questo poi condiziona tutto il gioco. Il secondo gol di Maccarone? Era regolare, siamo stati noi ingenui perché abbiamo perso la sua marcatura”.