Poste: azzera rialzo dopo mezz’ora in Piazza Affari

Share

poste-italiane-centro-smistamentoAzzera il rialzo Poste Italiane dopo mezz’ora dal debutto in Piazza Affari. Il titolo è invariato a 6, case 75 euro, il prezzo finale del collocamento. Fiacco l’indice milanese (Ftse Mib -0,27% a 22.571 punti) in linea con le altre Piazze europee alla vigilia della decisione della Fed sui tassi.

Informazioni su Web non aggiornate, fa fede prospetto – L’unico riferimento valido per la quotazione in Borsa di Poste Italiane “è il prospetto informativo all’uopo predisposto, che include, tra l’altro talune informazioni qualitative circa le strategie di sviluppo previste dal proprio piano industriale, mentre non include alcuna informazione previsionale”. E’ quanto si legge in una nota diffusa a seguito di “informazioni mai diffuse dalla Società e pubblicate per un limitatissimo arco temporale sul web relative al piano industriale 2015-2019”.

“Qualunque informazione diversa da quelle incluse nel prospetto informativo – prosegue la nota di Poste Italiane -, anche alla luce delle delibere recentemente assunte dal Consiglio di Amministrazione in tema di politica dei dividendi, nonché dei risultati infrannuali già conseguiti dalla Società, è per sua natura non aggiornata e pertanto non utilizzabile”.

Caio, quotazione dimostra eccellenza – La quotazione di Poste dimostra “che si può esprimere eccellenza anche nei servizi” e che “le cose si possono fare bene”. Così l’Ad del Gruppo Francesco Caio dopo il suono della campanella per il primo giorno di quotazione del titolo. “E’ un passaggio storico per l’azienda, spero che lo sia anche il Paese”.