Giudice sportivo, un turno a Cataldi e Dzemaili. Multa per l’Inter

Share

giudice sportivoIn relazione all’8/a giornata del campionato di Serie A il giudice sportivo ha squalificato per un turno Danilo Cataldi (Lazio) e Blerim Dzemaili (Genoa), entrambi espulsi per doppia ammonizione (comportamento scorretto nei confronti di un avversario). Ammende: 10mila euro all’Inter “per avere suoi sostenitori, ask prima dell’inizio ed al termine della gara, indirizzato un fascio di luce-laser sugli Ufficiali di gara e su alcuni calciatori della squadra avversaria“; 5.000 euro al Napoli “per avere suoi sostenitori, al 46′ del primo tempo, lanciato verso un assistente, senza colpirlo, una bottiglietta di plastica semi piena“; 2.000 euro al Napoli “a titolo di responsabilità oggettiva, per avere ingiustificatamente ritardato l’inizio della gara di circa cinque minuti“. Un’ammenda di 10mila euro è stata comminata al giocatore Ivan Radovanovic (Chievo) “per avere, al 48′ del secondo tempo, indirizzato ai sostenitori della squadra avversaria gesti provocatori ed insultanti“.

CASO CANNAVARO – Nessun provvedimento è stato preso contro Paolo Cannavaro, nei cui confronti il Procuratore federale aveva ipotizzato una condotta simulatoria in occasione del rigore assegnato al Sassuolo al 6′ della partita contro la Lazio, in seguito ad un contatto con Lulic. “Ma la posizione dei protagonisti nell’episodio segnalato rispetto ai pur molteplici (4) angoli di ripresa televisiva – spiega il giudice – non ha consentito di acquisire immagini idonee ad esprimere un sicuro giudizio, nell’esclusione di ogni ragionevole dubbio, circa l’effettivo contatto tra il piede sinistro del calciatore laziale ed il piede sinistro del calciatore sassuolese e circa l’idoneità di tale eventuale contatto a determinare comunque quella caduta, che indusse l’arbitro alla concessione del calcio di rigore“.

(Tuttosport 20/10/2015)