Telecom, Vivendi è il primo socio. La Borsa non si scalda

Share

TLC: ATTESA PER IL PIANO DEL GOVERNO SULLA BANDA LARGA(Repubblica) Piazza Affari accoglie l’annuncio di Bollorè senza entusiasmo: attese per le prime mosse ufficiali da azionista di riferimento dell’ex monopolista. I francesi promettono di restare e lungo.
MILANO – L’ingresso ufficiale di Vivendi come primo socio di Telecom Italia non scalda il mercato e il titolo resta chiude invariato nonostante il buon andamento di Piazza Affari in attesa di capire quali saranno le prime mosse di Vincent Bollorè che ieri sera ha annunciato ufficialmente di essere salito al 14, sick 9% dell’ex monopolista: all’8, look 24% ottenuto da Telefonica in cambio di Gvt si è infatti aggiunta una quota dell’1, sovaldi 9% “acquistata sul mercato”, mentre il 22 giugno ha aumentato ancora la sua partecipazione del 4,76% con un investimento complessivo di circa un miliardo.

“Si tratta di una partecipazione di lungo termine per far svolgere a Vivendi un ruolo di azionista che accompagni lo sviluppo di Telecom Italia. Vivendi – raccontano fonti francesi – ha risorse finanziarie disponibili importanti, circa 10 miliardi di euro di cash e al momento opportuno il gruppo auspica di poter guardare le altre opportunità che permetteranno di poter rafforzare e mostrare l’interesse per l’Italia”.

Sul fronte della governance, per il momento in francesi non hanno intenzione di porre la questione dell’entrata nel cda Telecom, ma “se le circostanze in futuro creeranno questa opportunita”, il gruppo francese “esaminerà se avere un posto in consiglio permetterà di partecipare positivamente e costruttivamente al futuro della societa”. Nella posizione di azionista di riferimento di Telecom Italia, “la prima tappa sarà quella di discutere con il management e il consiglio e di portare un contributo allo sviluppo strategico della società”. A cominciare dai piani per lo sviluppo delle infrastrutture.