Mediobanca non cederà a Vivendi la propria quota di Telecom Italia. Parola di Nagel

Share

MEDIOBANCA: NAGEL, <a href=buy DOMANDARE AI SOCI SU FUTURO SENZA PATTO” width=”250″ height=”187″ />“Lo escludiamo”.
Così l’a.d. di Mediobanca, Alberto Nagel, ha risposto a chi gli domandava se la merchant milanese potesse cedere il proprio 1,6% di Telecom Italia a Vivendi.
Come noto, in seguito allo scioglimento della holding Telco avvenuto la scorsa settimana, Piazzetta Cuccia e gli altri soci, Generali Ass., Intesa Sanpaolo e Telefonica, sono tornati in possesso delle rispettive azioni nella società di tlc italiana. L’ultimo piano strategico di Mediobanca indicava che l’istituto avrebbe progressivamente dismesso la partecipazioni non core a patto che non comportassero minusvalenze a bilancio. Poche settimane fa, Nagel aveva confermato l’intenzione di uscire dalla partita Telecom non appena fosse stato possibile sciogliere l’accordo di Telco. Ottenuti i via libera, Piazzetta Cuccia venderà la propria quota entro il prossimo 30 giugno.