Chessidice in viale dell’Editoria

Share

Todini si dimette dal cda Rai: inaccettabile il ricorso contro il contributo di 150 mln. Il ricorso della Rai contro il decreto Irpef è una decisione «inaccettabile e irresponsabile», di fronte alla quale «ho ritenuto doveroso dissociarmi in modo definitivo annunciando le mie dimissioni immediate». È quanto ha affermato Luisa Todini che nel corso della riunione del cda di ieri ha rassegnato le sue dimissioni.
Confindustria Radio Tv: inserire l’audiovisivo nell’Agenda digitale. Non farsi sfuggire le opportunità che l’Agenda digitale comporta, «agire subito: le previsioni si accorciano,  le posizioni dominanti di mercato si sono già costituite, fra qualche anno rischiamo di diventare un semplice mercato di sbocco dell’ecosistema digitale, senza più ruolo propulsivo negli equilibri globali, dove la regolazione ex ante non svolge la propria intrinseca funzione pro competitiva». È l’esortazione di ieri del presidente di Confindustria Radio Tv Rodolfo De Laurentiis, nel corso del convegno I-Com su tv e banda larga. Per De Laurentiis, in particolare, i primi passi da muovere sono «l’inserimento dell’audiovisivo a tutti gli effetti nell’Agenda digitale».
Moviemax, arrestato l’ex manager Corrado Coen. L’ex manager di Moviemax Group, e fino a qualche mese fa vicepresidente della società, è stato arrestato a Milano per aggiotaggio informativo. In particolare i reati si riferirebbero a presunte irregolarità relative all’aumento di capitale e al piano di risanamento presentato da Moviemax. Con l’aumento di capitale sarebbero entrate nella compagine azionaria due società straniere, una inglese e l’altra svizzera, entrambe riconducibili a Coen che di fatto continuava a esercitare un controllo su Moviemax nonostante avesse lasciato la carica di vicepresidente già da diversi mesi. Secondo l’ordinanza tra il 2010 e il 2012 Cohen, al comando di una cordata di investitori riuniti nel veicolo Ac Holding, avrebbe dapprima sottoscritto l’aumento di capitale deliberato dalla società Investimenti&Sviluppo ottenendone il controllo, quindi interposto nella gestione la società Sintesi spa e infine, acquistato tramite IeS che si avvale della controllata Carax, il controllo di Moviemax.
Piccola e media editoria, in calo addetti e cataloghi. Nel 2013 la piccola e media editoria ha perso il 21,5% dei suoi addetti, con cali anche nei cataloghi. E il 2014 non si preannuncia migliore. A lanciare l’allarme è stato ieri Enrico Iacometti, presidente del comitato promotore di Più libri più liberi, la Fiera internazionale della piccola e media editoria che dal 4 all’8 dicembre torna a Roma con la sua 13/a edizione.
Due vicepresidenti per Adnkronos. Due vicepresidenti saranno cooptati nel consiglio di amministrazione del Gruppo Adnkronos presieduto da Giuseppe Pasquale Marra e lavoreranno al fianco dell’amministratore delegato Angela Antonini Marra. Si tratta di Massimo Cicatiello e Guido Talarico. Cicatiello, già direttore di Adnkronos comunicazione, si occuperà di ottimizzare le attività in atto nelle varie società della Gmc (Giuseppe Marra communications), oltre a dare un nuovo impulso allo sviluppo del settore della comunicazione. Talarico, editore e direttore di Insideart e manager con un passato in Adnkronos, si dedicherà invece allo sviluppo dei nuovi progetti editoriali del gruppo e al rilancio della controllata Adnkronos culturalia, di cui sarà anche consigliere delegato.
A Dompè la comunicazione corporate di Telecom Italia. Ivan Dompè è il nuovo responsabile press office & opinion maker relations (la comunicazione corporate) del gruppo di tlc. Il manager, che risponde al presidente Giuseppe Recchi, prende il posto di Carlo De Martino, diventato responsabile delle relazioni istituzionali e delle relazioni esterne di Sparkle.
Cuciniello presidente Anec. Luigi Cuciniello è il nuovo presidente dell’Anec, associazione nazionale esercenti cinema, per il periodo 2014-2017. Subentra a Lionello Cerri, che ha guidato l’Associazione dal 2011.
Interni sbarca in Cina. A partire dal prossimo febbraio il magazine Interni sarà presente anche in Cina, in seguito all’accordo di licensing siglato da Mondadori con China International publishing group (Cipg). La nuova pubblicazione porterà a tre il numero delle edizioni internazionali della testata, già presente in Russia e Thailandia.
Hearst Magazines Italia cresce nel digitale. Secondo i dati comScore di settembre, il sistema dei femminili Hearst (Elle, MarieClaire e Cosmopolitan) conta circa 2,65 milioni di utenti unici al netto delle duplicazioni e Elle.it si afferma come primo sito tra i femminili di alta gamma (1.650.000 utenti unici). Anche per il mese di ottobre i dati forniti dal servizio di web analytics WebTrekk rilevano che MarieClaire.it continua la crescita post rilancio, Cosmopolitan.it tocca il milione di browser unici. Le properties Hearst digital arrivano a 5,7 milioni di browsers unici netti a ottobre.

Italia Oggi

Share
Share