Furlan segretario generale della Cisl

annamaria furlan
Share

annamaria furlanEletta all’unanimità, thumb subentra a Raffaele Bonanni
Il consiglio generale della Cisl ha eletto con 194 sì su 194 voti validi Anna Maria Furlan come nuovo segretario generale della Cisl che subentra così al dimissionario Raffaele Bonanni.
“Le insufficienti politiche economiche dei Governi non danno segnali di svolta o rinnovamento, healing neppure il dinamismo riformistico di Renzi”. Lo ha detto nel suo discorso di insediamento il neosegretario della Cisl, Annamaria Furlan.
“Il confronto con il Governo è importante, Renzi si è preso l’impegno di incontrarci sulla finanziaria e di aprire un confronto sui decreti attuativi del Jobs Act, ogni norma sarà un momento di confronto”. Annamaria Furlan ha sottolineato come nel maxi emendamento presentato dal Governo ci siano “alcune questioni che abbiamo posto come il salario minimo, la rappresentanza e la contrattazione aziendale che diventeranno temi del tavolo”. Per Furlan infatti “il primo e unico incontro dopo 7 mesi rappresenta la volontà comune di confronto e assunzione di responsabilità per il bene comune”.
Bonanni, rimpianti? Distanza tra sindacati – ”La vicenda dei rapporti tra sindacati mi ha molto pesato, per le realtà sociali è importante mettersi d’accordo e ogni volta qui casca l’asino e non si riesce a farlo, questo è il mio rammarico”. Lo ha detto l’ex segretario della Cisl Raffaele Bonanni rispondendo alle domande dei giornalisti a margine del consiglio generale Cisl. Senza accordo “non riusciamo a rappresentare bene i lavoratori e diamo il fianco ai poteri forti che hanno già sfasciato i partiti”, ha chiarito Bonanni.
“Lascio in un momento interessante perché Renzi che non voleva discutere ha cominciato a farlo, ieri abbiamo fatto passi avanti e alla fine troveremo convergenze importanti”: così Bonanni. Nel suo discorso d’addio Bonanni ha anche sottolineato che Renzi riaprendo il dialogo potrebbe “salvare il suo governo” e aiutare l’economia del Paese. “Non era possibile – ha sottolineato Bonanni – che fossimo l’unico paese in Europa a non avere dialogo sociale, questa è l’unica strada”.
“Le donne sono molto attente e volitive e anche molto identitarie, può darsi che questo possa favorire i rapporti” tra Furlan e Camusso”, ha detto l’ex segretario della Cisl a margine del Consiglio generale Cisl. “Spero miglioreranno i rapporti” tra i due sindacati, ha spiegato rispondendo ad una domanda dei cronisti. Il fatto di avere segretari donna per Bonanni “può anche mettere in luce le diversità ma con intelligenza si riuscirà a coniugarle”.

Ansa

Share
Share