Turismo e cultura, a Trieste Generali Italia sostiene la mostra su Escher

Share

Generali Italia, attraverso Valore Cultura, conferma la sua presenza a Trieste come attore di sviluppo della città offrendo iniziative di crescita culturale per il territorio, grazie a una mostra dedicata all’artista olandese Maurits Cornelis Escher, nel Salone degli Incanti di Trieste da oggi e fino al 7 giugno 2020. Escher (1898-1972), nel 1922 visitò per la prima volta l’Italia, dove poi visse per molti anni, visitandola da nord a sud e rappresentandola in molte sue opere: nelle sue incisioni e litografie crea un mondo unico, immaginifico, impossibile, dove confluiscono arte, matematica, scienza, fisica, design. Oggi una mostra antologica, curata da Federico Giudiceandrea, con circa 200 opere e i lavori più rappresentativi, arriva a Trieste grazie alla collaborazione tra il comune di Trieste e Arthemisia con Generali Valore Cultura, confermando un sodalizio già collaudato con il successo della mostra «I Love Lego», ad oggi campione di incassi nel capoluogo del Friuli Venezia Giulia. La mostra Escher racconta il genio dell’artista olandese con le opere più iconiche della sua produzione quali Mano con sfera riflettente (1935), Vincolo d’unione (1956), Metamorfosi II (1939), Giorno e notte (1938) e la serie degli Emblemata, che appartengono all’immaginario comune riferibile al grande artista. Esposta per la prima volta al mondo e novità assoluta della mostra triestina, la sezione con la serie I giorni della Creazione, un nucleo di sei xilografie.

La mostra è sostenuta da due partner: PromoTurismoFvg e Generali Valore Cultura con l’obiettivo di rendere queste iniziative artistiche e culturali accessibili a un pubblico sempre più ampio, valorizzando il territorio. PromoTurismoFvg, con Confindustria Venezia Giulia, Federalberghi Trieste e Associazione Bed and Breakfast Fvg, consentirà di attuare un’iniziativa unica e sperimentale in Italia: offrire il biglietto gratuito della mostra a tutti coloro che soggiorneranno almeno una notte nelle strutture ricettive di Trieste che aderiscono all’iniziativa. Quest’ultima, battezzata «Gift for Guests», mira a incentivare il turismo culturale in città, premiando i turisti con un regalo offerto dall’amministrazione grazie agli introiti dell’imposta di soggiorno (www.discover-trieste.it).

Gianfranco Ferroni, ItaliaOggi

Share
Share