David Beckham quota in Borsa la sua società di e-Sports

Share

Guild Esports pronta per l’IPO a Londra il mese prossimo. Beckham, tra i fondatori, sarà il testimonial internazionale della società

Guild Esports, la società di e-Sports che vede tra i fondatori anche David Beckham, è pronta a quotarsi alla Borsa di Londra. L’obiettivo di Guild Esports è creare un marchio diffuso a livello globale sul modello di NBA, NFL e Premier League. E chi, se non l’uomo simbolo della Premier League degli anni ’90, lo “space boy” David Beckham, può fare da testimonial?

Il settore dei videogiochi sta vivendo una fase di grande espansione, accelerata bruscamente dal lockdown provocato dalla pandemia di Covid-19. La competizione legata ai videogiochi, i cosiddetti e-Sports, è diventata sempre più popolare e ha ormai raggiunto un’audience globale di 500 milioni di persone con ricavi di quasi un miliardo di dollari nel 2019.

Gli e-gamer professionisti sono delle vere e proprie star, soprattutto tra i giovani, e attirano pubblico sia quando si esibiscono in competizioni online (su piattaforme come Twitch, acquistata da Amazon nel 2014 per 970 milioni di euro) che quando si sfidano dal vivo. La finale 2019 di League of Legends, per esempio, è stata seguita a Parigi da 15mila persone dal vivo e in tutto il mondo da una media di 22 milioni di spettatori collegati online.

Logico, dunque, che le società più note nel mondo degli sport elettronici, come Guild Esports, vogliano avere più capitali a disposizione per cercare di conquistare il primato mondiale. La società con sede nel Regno Unito conta di lanciare l’IPO il mese prossimo mettendo a disposizione il 40% delle proprie azioni per raccogliere 26 milioni di euro.

I fondi raccolti saranno utilizzati per “acquistare” nuovi giocatori di fama mondiale e per migliorare le proprie strutture di allenamento: niente di molto diverso da ciò che facevano il Manchester United o il Real Madrid in cui ha giocato David Beckham indossando la mitica maglia numero 7. Guild Esports ha in programma di competere in Fortnite, Counter-Strike: Global Offensive, Rocket League and FIFA.

Tgcom24

Share
Share