Moratti&Partners: apre la nuova agenzia qualificata in content marketing

Share

A presentarla nel mercato è Gabriele Moratti (ex Fox e Sony) congiuntamente ai partners Fabrizio Margaria e Francesca Leva, provenienti dal comparto dell’intrattenimento

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Gabriele-Moratti.jpg

E’ attivo Moratti&Partners, nuovo studio concentrato nella consulenza in content marketing completamente composto da professionisti derivati dal settore dell’intrattenimento. La nuova realtà nasce da una creazione di Gabriele Moratti, titolare e founder. Insieme a lui Fabrizio Margaria e Francesca Ieva, rispettivamente partner e production head e partner e client & sales head. Moratti vanta di una lunga esperienza come manager, sviluppata dapprima in ambito pubblicitario, dove ha lavorato per oltre un decennio all’interno di agenzie internazionali

E successivamente in ambito televisivo presso Fox Networks Group Italy Sony Pictures Television. Durante la sua carriera ha prodotto 4 canali televisivi, oltre a diverse serie tv internazionali e produzioni originali italiane.

Fabrizio Margaria proviene da un’esperienza di oltre vent’anni in Mediaset, dove si è occupato di creazione di contenuti, produzione e doppiaggio. E’ stato altresì uno degli ideatori del TelefilmFestival, che è stata la più importante e longeva manifestazione italiana dedicata alle serie tv.

Francesca Ieva è stata sales account per il gruppo Rcs, e successivamente per Sky. Esperta di media planning e advertising sales, ha coordinato iniziative speciali e attività di branded content per molte delle più grandi aziende operanti in Italia.

Le aree di competenza dei partner dello studio – commenta in una nota – sono ben distinte e complementari, e acconsentono di dedicare una consulenza completa, dalla strategia alla produzione, con un approccio unico sul mercato per flessibilità, conoscenza approfondita, e soprattutto per lo specifico competenza. La filosofia di Moratti&Partners ne circoscrive il posizionamento e viene riassunta in ‘content entertainment marketing’.

Share
Share