Cagliari, l’inflazione segna una variazione del -1%

Share

 A Cagliari, nel mese di settembre 2020, l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività, per la parte congiunturale, ha segnato una variazione del -1%, in controtendenza rispetto al valore del mese precedente in cui l’indice era variato del +0,6%. L’indice tendenziale che ha una variazione del -0,2%, risulta in aumento rispetto al -0,4% del mese di agosto. Principali variazioni per divisione a settembre 2020
– Prodotti alimentari e bevande analcoliche
La divisione in esame, questo mese, registra una variazione congiunturale del +0,4%, in aumento rispetto al mese precedente in cui l’indice non aveva avuto variazioni. L’indice tendenziale che registra una variazione del +2,0%, risulta essere in aumento anche esso rispetto al +1,2% del mese di agosto. Tra le singole classi in aumento si segnala una sola variazione significativa su “Vegetali” +4,2%. Anche in diminuzione c’è da segnalare una sola variazione significativa nella classe “Latte,formaggi e uova” -1,0%.
– Bevande alcoliche e tabacchi
L’indice della divisione, nel mese di settembre, registra una variazione congiunturale del +0,2%, nel mese di agosto si era avuta una variazione del -0,2%. L’indice tendenziale registra una variazione del +2,5%, in aumento rispetto al +2,3% registrato nel mese precedente. Tra le singole classi, in aumento si segnala una sola variazione significativa su “Birre” +1,8%. In diminuzione non si segnalano variazioni significative. 

– Abbigliamento e calzature
In questa divisione, questo mese, l’indice congiunturale registra una variazione del -0,3%, nel mese precedente non si era avuta alcuna variazione. L’indice tendenziale registra una variazione del -0,4%, in diminuzione rispetto al mese precedente in cui l’indice non aveva avuto alcuna variazione. Tra le singole classi, in aumento non si segnala alcuna variazione. In diminuzione si segnala una sola variazione significativa nella classe “Scarpe ed altre calzature” -1,1%.
Abitazione, acqua, elettricità e combustibiliNella divisione presente, questo mese, si ha una variazione congiunturale del -0,7%, in controtendenza rispetto al mese precedente quando lo stesso indice aveva avuto una variazione del +1,0%. L’indice tendenziale, che registra -3,3%, risulta essere in diminuzione anche esso rispetto al -2,8% del mese di agosto. Nello specifico, in aumento non si segnala alcuna variazione significativa. In diminuzione si segnalano variazioni significative nelle classi “Altri servizi per l’abitazione n.a.c.” -2,1% e “Energia elettrica” -2,0%.
– Mobili, articoli e servizi per la casa
In questa divisione, nel mese corrente, si segnala una variazione congiunturale del -0,4%, in controtendenza rispetto al mese precedente, il cui indice aveva avuto una variazione del +0,1%. L’indice tendenziale registra una variazione del +0,3% che risulta essere in diminuzione anche esso rispetto al +0,5% del mese di agosto. Tra le singole classi, in aumento non si segnala alcuna variazione significativa. In diminuzione si segnala una variazione significativa nella classe “Beni non durevoli per la casa” -1,4%. 

Share
Share