Carige, tempo di riorganizzazione

Share

 Carige, per “dare ancora maggiore impulso al rilancio operativo iniziato nel corso della prima parte dell’anno”, ha varato una riorganizzazione delll’intera filiera commerciale e “importanti investimenti informatici in grado di assicurare i migliori standard di offerta e di servizio”. A comunicarlo la banca stessa dopo la decisione sul tema del cda. In dettaglio il gruppo aprirà 18 nuove filiali imprese dedicate a 10mila societa’ medio grandi, di cui 4 in Liguria, che si qualificheranno come centri di competenza specialistica, e 26 nuove filiali private di cui 14 in Liguria (10 a Genova) e una di Banca del Monte di Lucca per assicurare servizi di consulenza di elevato livello focalizzati su 12mila nuclei di clienti e 8 miliardi di attività finanziarie. Inoltre Banca Cesare Ponti rafforzerà le sinergie con la rete private di Carige e si identificherà anche come advisor finanziario e fabbrica prodotti Wealth, rappresentando un motore per la qualità dei servizi e una nuova fonte di generazione di valore per il gruppo. la rete, attualmente costituita da 421 unita’ operative inquadrate in 13 aree che servono 700mila clienti privati e 45mila piccole imprese, sarà redistribuita su 25 aree retail a cui si aggiungeranno 4 aree private e 2 aree imprese che coordineranno filiali di nuova costituzione. Fra gli altri punti della riorganizzazione la revisione delle strutture organizzative centrali e territoriali, il potenziamento dell’offerta a distanza tramite “Filiale Remota” e una diversa strutturazione della presenza sul territorio. “Il riassetto organizzativo e gli investimenti conseguenti sono stati progettati per consentire al grande impegno e al grande valore delle persone di Carige di esprimersi disponendo di una macchina ancora più potente  e veloce per accelerare sulla strada del rilancio. Maggiore focalizzazione e maggiore specializzazione, unite a investimenti informatici di primario livello, saranno sempre più la cifra distintiva di Carige per supportare imprese e famiglie in modo evoluto. Con l’ampliamento del ruolo di Banca Cesare Ponti si costruisce inoltre un ulteriore motore di generazione di valore sia per i clienti che per il gruppo”, ha commentato l’ad Francesco Guido.

Share
Share