TIM è l’azienda più inclusiva d’Italia e prima telco al mondo

Share

TIM (nella foto, l’a. d. Luigi Gubitosi) si conferma la prima azienda italiana e la prima telco al mondo tra le imprese internazionali che si sono distinte per le politiche di inclusione e promozione della diversity. Per il terzo anno consecutivo, TIM è tra le prime 10 aziende del Refinitiv Diversity and Inclusion Index, l’indice che misura le performance di oltre 7.000 aziende – pari al 70% del mercato globale – sulla base dei dati ESG (Environmental, Social, Governance), fornendo agli investitori una visione critica e differenziata. 

Ogni anno, Refinitiv valuta l’operato del mondo corporate globale in termini di diversità e inclusione, analizzando dati sulle attività di sostenibilità ambientale, sociale e governance utilizzando fonti pubbliche quali bilanci di sostenibilità, relazioni finanziarie, siti web corporate, notizie di stampa. Nasce così una classifica di 100 società quotate che rispettano parametri di Diversity, Inclusion, People Development e Controversies.

Le aziende che ottengono una votazione positiva in tutti e quattro gli ambiti ricevono un punteggio complessivo, calcolato come media dei punteggi nelle diverse aree. L’indice viene rivisto con cadenza annuale.

Share
Share