Castelli

Share

Cesare Lanza alla scoperta delle particolari bellezze italiane

Oggi vi parlo di un borgo dal nome suggestivo, Castelli. Si trova in Abruzzo, in provincia di Teramo. 500 metri di altitudine, poco più di mille abitanti. L’origine del nome è sconosciuta. Malgrado il nome che porta, non esistono castelli interessanti da visitare. Ma il borgo presenta tuttavia alcuni luoghi dal fascino antico, che si dovrebbero vedere almeno una volta nella vita. Tra questi,  la Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista in Piazza Roma, che  ha un interessante aspetto tardo rinascimentale del sedicesimo secolo. Entrando in chiesa, potete ammirare la splendida statua lignea della Madonna col Bambino che risale al tredicesimo secolo. Segnalo anche la Chiesa di San Rocco del diciassettesimo secolo che si trova appena fuori dal borgo. 
Castelli è nota per la produzione di ceramiche: una tradizione che risale all’inizio del Rinascimento, diventata celebre in tutto in mondo per l’eleganza della decorazione e  per la qualità del design. Il paese ha dedicato all’arte della ceramica un museo che troverete fuori dal borgo, presso l’antico convento francescano. 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Castelli-1.jpg

Ogni momento dell’anno è buono per visitare Castelli, ma vi consiglio di andarci in estate perché in questa stagione una serie di eventi potrebbe rendere più vivace la vostra vacanza. Il più divertente si svolge a ferragosto: è il mitologico “lancio del piatto”, un  gioco che vi permette di lanciare dal belvedere i piatti di terracotta. Se poi non amate lanciare i piatti, potete limitarvi a riempirli di tante buone pietanze. Castelli propone alta qualità: vi invito a provare i “maltagliati con le voliche“, una pasta all’uovo preparata a mano e condita con una verdura locale che cresce oltre i 2000 metri. In alternativa potete assaggiare “Li tajarille”: sono tagliolini preparati a mano e conditi con i fagioli. 
Raggiungere Castelli è molto semplice. Se viaggiate in treno dovete percorrere la linea adriatica, scendere alla stazione di Giulianova e poi proseguire con l’autobus per Teramo e Castelli. Se usate l’auto,  provenendo dalla autostrada A/14  prendete l’uscita ai caselli di Giulianova – Teramo e Roseto degli abruzzi e proseguite con le indicazioni stradali. 

Share
Share