Michael Lynton lascia Sony e diventa presidente di Snapchat

Share

IL Ceo era responsabile delle immagini e la musica del colosso giapponese. “Sono coinvolto con Snapchat sin dai primi giorni e data la crescita registrata da allora ho deciso che era il momento di una transizione e di concentrarmi nel mio ruolo di presidente di Snap Inc.”

Michael Lynton si è dimesso da Corporate executive officer di Sony e da amministratore delegato di Sony Entertainment per diventare presidente di Snapchat. Lo ha annunciato il colosso giapponese dell’elettronica di consumo in un comunicato. Kazuo Hirai assumerà il titolo aggiuntivo di presidente e Co-Ceo di Sony Entertainment e sarà affiancato da Lynton per sei mesi per facilitare la ricerca del successore.
Lynton lascia il gigante giapponese dopo 13 anni: ha iniziato nel 2004, come presidente e Ceo di Sony Pictures Entertainment, e nel 2012 è stato nominato Ceo di Sony Entertainment. Ad aprile 2016 è stato nominato Corporate executive officer di Sony Corp. responsabile per le immagini e la musica.
La compagnia Snap Inc., che quest’anno sarà titolata in borsa, ha confermato che ha assunto la presidenza alla fine dell’anno scorso, senza fornire ulteriori dettagli. “Sono coinvolto con Evan (Spiegel, fondatore del servizio di messaggistica, ndr) e Snapchat sin dai primi giorni e data la crescita registrata da allora ho deciso che era il momento di una transizione e di concentrarmi nel mio ruolo di presidente di Snap Inc.”, ha spiegato Lynton in un comunicato. “Lascio Sony con grande orgoglio per tutto quello che abbiamo compiuto insieme, e sono fiducioso che i grandi cambiamenti che abbiamo fatto e il nuovo team di gestione rafforzerà la società nel suo complesso”.
Snapchat
ha guadagnato popolarità tra adolescenti e i giovani adulti per la possibilità di inviare agli utenti della propria rete messaggi di testo, video e foto visualizzabili solo per 24 ore ed è utilizzata da più di 100 milioni di persone.

La Repubblica

Share
Share