Piano Ue per allentare restrizioni,serve coordinamento

Share

Ecco la bozza della roadmap di Bruxelles inviata agli Stati: ‘Con allentamento misure inevitabili nuovi casi’

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è unione-europea.jpg

La Commissione Ue fissa i criteri affinché gli Stati membri possano valutare se sia il momento di allentare le restrizioni imposte per il Covid-19. Obiettivo delle raccomandazioni di Bruxelles è una ripresa delle attività economiche e sociali, minimizzando al tempo stesso l’impatto sulla salute dei cittadini ed evitando il sovraccarico dei sistemi sanitari. Un’azione che richiede un “approccio ben coordinato” tra Stati e a livello Ue. Lo si legge nella bozza inviata ai Paesi membri.

Ue, con allentamento misure inevitabili nuovi casi – Qualsiasi allentamento graduale delle restrizioni porterà “inevitabilmente” ad un corrispondente aumento di nuovi casi. Lo scrive la Commissione Ue nella sua bozza di roadmap inviata agli Stati. Per questo – raccomanda Bruxelles – serve un monitoraggio costante e la prontezza a reintrodurre le misure. Tra le condizioni da valutare prima delle revoche, comunque, la diminuzione significativa e continuativa della diffusione del virus, e la sufficiente capacità sanitaria e di monitoraggio.

Riavviare l’attività economica ‘per fasi’ – Il riavvio dell’attività economica dovrebbe “procedere per fasi”, in modo che le imprese possano adeguarsi all’aumentare dell’attività, in sicurezza. Si legge nella bozza della Commissione Ue per un allentamento delle misure per il Covid-19. I primi a tornare al lavoro dovrebbe essere gruppi meno a rischio e settori essenziali per facilitare l’attività economica. In modo progressivo e con accorgimenti di sicurezza, si dovrebbe poi permettere il ritorno a scuola e università

ansa

Share
Share