Caramanico Terme, l’Abruzzo Film Commission e il cinema hollywoodiano

Share

(di Tiziano Rapanà) Ho ricevuto diverse email riguardo il villaggio di Natale di Caramanico Terme. L’articolo che ho scritto l’altro giorno e che ha dato conto dell’evento natalizio, ha generato l’entusiasmo dei lettori. Mi sono state chieste maggiori informazioni, sull’evento che si terrà dal 7 dicembre al 6 gennaio. Non posso dirvi molto altro, vi ho scritto quello che sapevo. L’ingresso al villaggio è gratuito. Per quanto riguarda il pernottamento, mi sono stati chieste maggiori informazioni sugli alberghi convenzionati con il villaggio. Non so nulla di preciso su eventuali sconti e offerte, posso dirvi con precisione il nome dei 4 alberghi convenzionati: trattasi dell’Hotel Cercone, Hotel Ede, Hotel Viola, Hotel Mazzocca e Hotel Pescofalcone. Contattateli per chiarimenti. Per tutto il resto, vi consiglio di rivolgervi telefonicamente o tramite i mezzi web con il Comune con la Pro loco. Non mi stupisce l’entusiasmo verso Caramanico. Il paese ha stregato personalità eminenti del mondo dello spettacolo. Paolo Sorrentino se n’è innamorato e ha voluto girare alcune scene di The new pope, il seguito della serie The young pope, che andrà in onda – se non ricordo male – l’anno prossimo su Sky. L’Abruzzo non è nuova a questo genere di attenzioni. Da sempre, la regione ha ospitato set cinematografici eminenti. Pensate a Campo Imperatore, set del King David interpretato da Richard Gere. O a al mitico film Ladyhawke che si servì di vari paesaggi abruzzesi (ne cito due, Pereto e ancora Campo Imperatore) per mettere in scena lo straordinario immaginario filmico. L’Abruzzo quindi non è nuova al corteggiamento di Hollywood. Pensate, l’altro giorno, l’Abruzzo Film Commission ha fatto il suo debutto in società all’American Film Market, l’eminente fiera del cinema di Hollywood iniziata il 6 novembre, a Santa Monica. Qui la Film Commission ha presentato le sue attività. L’Abruzzo è l’unica regione italiana ad essere rappresentata in fiera. A innalzare il vessillo della colori e della cultura abruzzese, Mauro Febbo, assessore alla cultura della regione Abruzzo e artefice del progetto, e Francesco Di Filippo, dirigente della Regione che fattivamente si è messo in moto per creare l’ultima Film Commission regionale in Italia, ventidue anni dopo la formazione della prima, in Emilia Romagna. Durante la presentazione, è stata ufficializzata la nascita dell’Advisory Board e nominati i primi componenti dell’organismo che supporta la Film Commission. Alla presentazione hanno partecipato anche la Console Generale d’Italia a Los Angeles, Silvia Chiave, il direttore della comunicazione dell’Anica (ossia l’associazione cinematografica italiana), Roberto Stabile, e tantissimi altri ospiti (più di 100) tra giornalisti, registi e uomini di cinema. Tra questi cito Enzo Sisti, produttore del film “The American” con George Clooney, girato in Abruzzo.

tiziano.rp@gmail.com

Share
Share