Marche, i Comuni cercano spazi alternativi a scuole per i seggi

Share
250

L’ultima iniziativa in ordine di tempo è del Comune di Camerino (Macerata): i seggi elettorali per le prossime elezioni regionali e il referendum sula riduzione dei parlamentari saranno allestiti all’interno del palazzetto dello sport e non più nelle aule dell’Ipsia, dove le lezioni riprenderanno regolarmente lunedì prossimo. “Abbiamo cercato di muoverci già da diverse settimane – ha annunciato il sindaco Sandro Sborgia – e ci siamo organizzati per trovare una sede alternativa all’istituto professionale che così non dovrà sospendere le elezioni in quei giorni”. Nelle Marche si sta intensificando la ricerca di nuovi spazi all’interno dei quali allestire i seggi: non solo impianti sportivi, ma anche ex conventi, centri commerciali e circoli, anche perché la Regione Marche ha messo a disposizione un contributo straordinario aggiuntivo, una sorta di incentivo destinato alle amministrazioni comunali con l’obiettivo prioritario di non interrompere l’avvio dell’anno scolastico.

Share
Share