Ostia: Salvini, non voglio voti violenti

Share

Chi prende a testate e bastonate va in galera

 

“Sono contento che finalmente ci sia un segnale di vita dello Stato: chi prende a testate o bastonate va in galera”. Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, sul fermo di Roberto Spada dopo l’aggressione di un giornalista a Ostia. A margine di una visita a Eicma, a Salvini è stato chiesto se ‘puzzino’ i voti di Casapound. “Se un movimento è riconosciuto dalla legge- ha risposto – ha diritto di fare politica. Certi voti io non li prendo, né a Ostia né in Sicilia né a Milano“.

Ansa

Share
Share