Torino, “SaluTO” torna a settembre

Share

Contro le fake news e le ricette fai da te. Si rivolge al grande pubblico, sempre più alla ricerca di informazioni scientifiche, ‘SaluTO, Torino. Medicina e Benessere’ che arriva alla sua seconda edizione, dal 25 al 26 settembre. L’obiettivo è portare, per l’occasione, la medicina fuori dai convegni accademici, per dare la possibilità a tutti di chiarire dubbi e fare domande su temi relativi a salute, prevenzione e stili di vita direttamente ai massimi esperti del campo. Quest’anno, la divulgazione si amplifica esponenzialmente, attraverso il nuovo formato digitale, necessario nel rispetto delle norme di sicurezza per il contenimento del contagio da Covid19. SaluTO 2020 prevede otto eventi tematici della durata di 30 minuti, con intervalli di una o due ore, in diretta web da un teatro aulico della città di Torino. Federico Mereta, giornalista scientifico, intervisterà i principali esperti nazionali sui temi scelti, moderando il dibattito con il pubblico, che sarà collegato on line. L’evento, nato su iniziativa della Scuola di Medicina dell’Università degli Studi di Torino, è realizzato in collaborazione con la Città di Torino e Yeg! Your Event Group, e da quest’anno si arricchisce della partnership scientifica del Politecnico di Torino.  “Siamo molto orgogliosi di questo evento – ha commentato la sindaca Chiara Appendino – e siamo certi che debba diventare un appuntamento fisso. C’è sete di sapere, SaluTo avrà una grande risposta. Il tema della diffusione del benessere è un tema di comunità. La sfida è far uscire il dibattito medico dal confine dei convegni per addetti ai lavori. Ce n’è bisogno, il covid ci ha insegnato che la consapevolezza della salute e il senso di responsabilità che ne deriva incidono non solo sul singolo, ma su tutta la comunità”. Tra i temi trattati, il Covid e l’effetto psicologico della pandemia sulle persone; gli strumenti tecnologici smart per il monitoraggio di salute e benessere; la medicina digitale e l’intelligenza artificiale. E ancora come la genetica consenta terapie tailor made per le patologie oncologiche; quanto prevenzione e tecnologia siano armi fondamentali per la cura delle patologie cardiache. Inoltre, si parlerà di movimento e dieta sana per combattere obesità e diabete; di come alimentazione e smartphone contribuiscano alla cura delle patologie dell’occhio.

Share
Share