Euro 2016, un’app per l’allarme terrorismo: la Francia ti avvisa in caso di attacco

Share

L’applicazione dà anche consigli pratici e istruzioni da rispettare in caso di pericolo. Era stata decisa dopo gli attentati di Parigi del novembre 2015 e annunciata dal premier francese Manuel Valls

europei calcio 2016GLI EUROPEI di Francia 2016 sono alle porte e la preoccupazione per possibili attentati è molto alta. Il governo di Parigi ha pensato a un nuovo sistema di difesa, un’app per smartphone che avvisa i cittadini quando è in corso un attacco terroristico. Si chiama Saip (sistema d’allerta e d’informazione per la popolazione) ed è stata sviluppata dopo la strage dello scorso 13 novembre, quando i jihadisti dello Stato islamico colpirono al cuore la capitale francese, facendo 130 vittime.
L’applicazione, disponibile in inglese e francese su Apple Store e Google Play, permette di ricevere allarmi in tempo reale in caso di rischi per la sicurezza e l’incolumità personale. E fornisce consigli su come affrontare queste situazioni di pericolo: “Non uscire in strada, riparati in un edificio chiuso, non andare a prendere i bimbi a scuola”, sono alcuni dei messaggi visualizzati sul cellulare in caso di emergenza. Un’arma difensiva efficace e gratuita, che si basa sulla tecnologia della geolocalizzazione: necessaria, per consentire allo strumento di funzionare anche in zone caratterizzate da assenza di campo.
Dopo aver attivato il gps sul proprio smartphone, infatti, l’utente riceve notizie e aggiornamenti se un attentato è in corso nella zona in cui si trova. Un’autobomba o una sparatoria fa diventare rosso lo schermo del dispositivo, su cui compare poi la scritta “Alert“, con una breve descrizione della minaccia. Basta premere il pulsante “mi informo” per ottenere informazioni e istruzioni rapide. Qual è il comportamento più adatto in questi casi? A illustrarlo, direttamente la Protezione civile, che invia messaggi già validati dal ministero dell’Interno. La segnalazione arriva con una notifica silenziosa: per una persona che si nasconde da jihadisti armati, infatti, suoni o vibrazioni potrebbero costare la vita. Il tempo di reazione è immediato: l’allerta apparirà in meno di 15 minuti da quando la minaccia è stata confermata.
Il raggio d’azione di Saip è molto ampio: inserendo i codici di avviamento postale o i nomi dei Comuni, sarà possibile monitorare anche altre aree geografiche, in modo da contattare e informare parenti e amici. Se l’attacco sta avvenendo altrove, il segnale di pericolo non sarà attivato: un semplice messaggio avviserà su quali luoghi è meglio evitare, per non incappare in un esponente del sedicente Stato islamico o dell’organizzazione di al Qaeda. Tutte le notifiche potranno anche essere condivise su Facebook e Twitter: un’opzione pensata dall’esecutivo per contrastare la diffusione di resoconti inaccurati e parziali, che si moltiplicano sui social quando ansia e paura hanno la meglio sulla ragione. Il ministero dell’interno francese ha postato sul suo profilo Twitter alcune immagini e un video per spiegare nel dettaglio il funzionamento dell’app.
Gli sviluppatori hanno in programma di perfezionare presto Saip: l’obiettivo è estenderne la gamma di applicazione, rendendolo uno strumento utile anche per segnalare disastri industriali e calamità naturali. Alla vigilia dell’apertura del campionato europeo di calcio, Parigi ha così aggiunto un ulteriore elemento al proprio dispositivo di sicurezza, composto da almeno 100mila uomini già schierati negli stadi e in altre aree sensibili. Ma i dubbi sul suo utilizzo non mancano: come saranno usati i dati personali degli utenti registrati al servizio? La privacy sarà assicurata, ha garantito l’esecutivo.

Repubblica

Share
Share