Trattativa per il governo M5S-Lega. Cresce l’idea di un incarico a Giorgetti

Share

Nelle prossime ore Giancarlo Giorgetti potrebbe ricevere dal presidente della Repubblica Mattarella l’incarico di formare un governo. È l’indiscrezione, corroborata da un certo numero di conferme, che circola a pochi minuti dell’inaugurazione del Salone del Libro di Torino. Alla cerimonia sono presenti tre ministri uscenti – Dario Franceschini, Valeria Fedeli e Roberta Pinotti – ma soprattutto i presidenti di Camera e Senato Roberto Fico ed Elisabetta Alberti Casellati, in costante contatto con il Quirinale, oltre a big del Pd e del Movimento 5 Stelle come Sergio Chiamparino e Chiara Appendino.

E nei corridoi del Lingotto si rincorre l’indiscrezione di un accordo, già approvato martedì sera, tra Matteo Salvini e Luigi di Maio sul nome di Giorgetti, uomo forte della Lega e che gode di una certa stima presso il Quirinale. Le conferme arrivano da fonti del Carroccio e da Massimo Bray, presidente del Salone del libro ed ex ministro del Pd.

Nel pomeriggio scade l’ultimatum, prorogato di 24 ore, che il Colle aveva concesso a M5S e Lega per arrivare a un’intesa di governo. A questo punto già nelle prossime ore Giorgetti potrebbe essere incaricato di formare il prossimo esecutivo. Intanto, dalle 9 di stamane, è in corso un incontro tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio nel palazzo dei gruppi della Camera.

Share
Share