Un orribile braccio di ferro

Share

lupiL’ex ministro Maurizio Lupi è intervenuto alla presentazione, a Milano, del libro di Cesare Lanza, “Nel nome di Kafka, l’assicuratore”. Il dibattito ha toccato anche commenti sulla giustizia, ispirati dal più celebre romanzo di Kafka, “Il processo”, in cui il protagonista è indagato, accusato, processato, condannato e infine giustiziato senza neanche sapere perché. Sollecitato da Lanza, Lupi – vittima di un chiasso mediatico politico giudiziario – ha dichiarato: “Sogno un Paese con un sistema di civili alternanze politiche, mentre qui assistiamo a un orribile e chiassoso braccio di ferro, in cui ci si aggredisce sulla base di chi calunnia con maggior violenza e malvagità. La politica è la magistratura, con preziosa indipendenza, dovrebbero rispettare i loro ruoli, senza violare i confini costituzionali.”

 

Share
Share