Covivio ha acquisito da Varde il portafoglio di 8 hotel di lusso, ex Boscolo, dopo trattative durate un anno

Share

La transazione si è conclusa. Valore stimato di 573 milioni di euro, cifra già definita a suo tempo

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Covivio.jpg

La contrattazione era già iniziata nel 2019 con la sigla di un accordo preliminare, ma i tempi si sono prolungati causa Covid19. Finalmente la fine dell’accordo è arrivato, con la cessione di otto alberghi, alcuni facente parte della catena di lusso ‘The Dedica Anthology da Värde Partners a Covivio Hotels. Fra i nomi di maggior rilievo della transazione quello che fu l’hotel Exedra a Roma, oggi ribattezzato Palazzo Naiadi, il New York Palace di Budapest, il Grand hotel dei

Dogi a Venezia, il Carlo IV a Praga, l’hotel Plaza a Nizza, Palazzo Matteotti a Milano, in fase di ristrutturazione, l’hotel Bellini a Venezia e Palazzo Gaddi a Firenze; tutti entrati a far parte del patrimonio di circa 6,8 miliardi di euro che Covivio ha capitalizzato nell’hospitality, su un portafoglio immobiliare, il valore complessivo di 24 miliardi di euro.

La catena può vantare di più di 1.100 camere che saranno assegnate alla conduzione di Nh Hotels con i brand del calibro di Nh Collection, Nh Hotels e Anantara Hotel & Resorts. L’accordo di coordinamento e gestino ha una durata iniziale di 15 anni, che Nh Hotel Group potrà allungare fino a 30 anni.

Covivio sta mettendo a punto un piano di riforma per l’intero portafoglio: sei hotel sono momentaneamente aperti e saranno motivo di lavori connessi al cambiamento di insegna (per circa 30 milioni di euro), gli hotel di Firenze e Nizza, attualmente in corso di ristrutturazione riapriranno rispettivamente entro la fine del 2020 e nel secondo semestre 2021.

Share
Share