Milano, in 3 giorni prenotati 3000 libri nelle biblioteche

Share

‘Boom’ di prenotazione libri nelle biblioteche milanesi nei primi giorni d’apertura dopo il lokdown. Dal 26 maggio al 5 giugno sono stati prestati 3.931 libri e ne sono stati restituiti 13.961. L’apertura del servizio di prenotazione ha visto nei primi tre giorni di apertura 3.028 richieste, un record che testimonia come il lockdown abbia compresso un grande desiderio di leggere su carta. Grandi numeri comunque anche per la lettura su supporto digitale che ha accompagnato i lettori durante i tre mesi di lockdown grazie al vasto archivio di e-book, audiolibri, quotidiani e riviste disponibile sul sito del Sistema Bibliotecario Milanese. Sono stati 39.675 i download di e-book, 269.269 audiolibri in streaming, 582.270 consultazioni dell’edicola per 11.365 iscritti, con un incremento di iscrizioni del 504%. Proseguirà quindi “Milano da leggere”, l’iniziativa di promozione della lettura ideata dal Sistema Bibliotecario Milanese che ha già superato i 100mila download. 
    Partita lo scorso 15 aprile, l’edizione 2020 di “Milano da leggere” è dedicata a “I talenti delle donne” e consente di scaricare e leggere gratuitamente fino al 30 giugno le opere di scrittrici milanesi, per nascita o elezione. Ad oggi sono stati pubblicati otto dei dieci titoli in programma per un totale di 100.261 download, e seguiranno il 10 giugno “Una donna e altri animali” di Brunella Gasperini (con un podcast di Lella Costa), il 17 giugno “Cecilia e le streghe” di Laura Conti.
    L’offerta si è arricchita di un undicesimo titolo: “Alda Merini. L’eroina del caos” di Annarita Briganti che uscirà il 24 giugno concludendo la rassegna. Facile prevedere che l’edizione 2020 supererà il record dell’edizione 2017, dedicata alla “Milano in giallo”, che aveva raggiunto i 115.000 download.

Share
Share