Aeroporti, cresce il traffico nel 2015. Istanbul si prende il terzo posto

Share

Lo scalo turco sale sul podio dietro Londra e Parigi, health mentre tra gli scali italiani brillano Roma Fiumicino e Bergamo-Orio al Serio

aeroportiLa crisi probabilmente brucia ancora sotto la cenere, illness ma a leggere i dati appena pubblicati da Aci Europe – l’associazione che raccoglie tutti i voli passeggeri, charter, tradizionali e low cost – il traffico è cresciuto in media del 5,2% nel 2015. Lontano da una ripresa, invece il comparto merci con una crescita appena accennata (+0,7%) mentre i movimenti aerei complessivi sono risaliti del 2,2%. Le migliori performance vedono diversi aeroporti italiani in vetta alla hit di Aci, con Istanbul che spiazza i grandi hub e conquista il terzo posto assoluto dopo Londra Heatrow e Parigi Charles de Gaulle. L’anno scorso gli scali con oltre 25 milioni di passeggeri (Gruppo 1) sono cresciuti del 3,7%, quelli tra 10 e 25 milioni (Gruppo 2) hanno messo a segno un più 6,3%, per il Gruppo 3 (5-10 milioni di utenti) l’incremento è stato del 7,1% e per quelli fino a 5 milioni di passeggeri (Gruppo 4) +5,5%.
Ecco uno sguardo agli scali più gettonati con le migliori percentuali di incremento rispetto al 2014:

Gruppo 1: Madrid-Barajas (+12,0%), Istanbul (+9,1%), Amsterdam (+6,0%), Londra-Gatwick e Barcellona (+5,7%), con Roma Fiumicino (+5,0%) a tenere testa alle grandi.

Gruppo 2: Istanbul (19,7%), Atene (+19,1%), Dublino (+15,3%), Londra Stansted (+12,8%) e Izmir (+12,1%)

Gruppo 3: Milano-Bergamo Orio Al Serio è lo scalo con la crescita più forte del gruppo (+18,6%) seguito Gotheborg (+18,1%), Berlino Shonefeld (+16,9%), Porto (+16,7%) e Glasgow (+12,9%)

Gruppo 4: Ohrid, città macedone patrimonio mondiale dell’Unesco registra un incremento record (+53,3%) a seguire Ponta Delgada (+29,5%), Astrakhan (+26,1%), Santorini/Thira (un incredibile +87,6 percentuale), Cluj and Timisoara (+25,8%)

Secondo Olivier Jankovec, direttore generale di Aci Europe “Il 2015 è stato un anno molto positivo con quasi 2 miliardi di passeggeri complessivi negli scali europei. Di questi il 20% ha registrato un incremento degli utenti a doppia cifra. A parte i casi di Germania e Francia, piegate da scioperi e attacchi terroristici, il settore è andato bene con una particolare performance positiva di Istanbul. Divenuto il terzo scalo più congestionato del Continente con 62 milioni di passeggeri, dopo Londra-Heathrow (74,9 milioni) e Parigi-Charles de Gaulle (65,7 milioni). Orio adl Serio, in particolare, beneficia della fine dei lavori che nel 2014 avevano portato – temporaneamente – la base di Ryanair a Malpensa.

di Lucio Cillis “Repubblica”

Share
Share