La Regione punta forte su Piacenza Expo

Share
This image has an empty alt attribute; its file name is Ente-fiere.jpg

Piacenza Expo: la Regione Emilia-Romagna ritorna nell’ente fieristico da protagonista. Come preannunciato due mesi fa dall’amministratore unico Giuseppe Cavalli  all’Assemblea per l’approvazione del bilancio, Bologna non solo non uscirà dalla compagine sociale, come aveva deciso nel 2018, ma aumenterà la propria consistenza azionaria che dovrebbe salire dall’attuale 1% ad una quota compresa tra il 4 e il 5%.

“Un risultato importante non solo per Piacenza Expo, ma anche per il sistema economico produttivo del nostro territorio”, ha affermato Cavalli in conferenza stampa, affiancato dalla sindaca di Piacenza Patrizia Barbieri e dall’assessore regionale all’Economia Vincenzo Colla. “Ho sempre considerato Piacenza Expo come una vetrina internazionale per promuovere e far crescere il territorio e l’economia piacentina; e credo che la decisione della Regione di aumentare la propria presenza nel nostro ente fieristico contribuisca a consolidare ulteriormente questo nostro obiettivo”.

Nei mesi scorsi, ha proseguito Cavalli, “ci siamo confrontati più volte con l’Assessore Colla, che ringrazio per la disponibilità e la vena collaborativa, e con i dirigenti del suo assessorato a cui abbiamo presentato, con dati concreti, la crescita fatta registrare negli ultimi anni da Piacenza Expo. Siamo stati i primi in Italia, dopo l’emergenza sanitaria, a ripartire con un evento fieristico a cui seguiranno gli appuntamenti che abbiamo programmato per i mesi autunnali. Grazie all’apporto della Regione possiamo guardare al futuro con rinnovato ottimismo; e concretizzare il nuovo piano industriale, che servirà a potenziare le nostre strutture espositive. Così come a consolidare ulteriormente la posizione di Piacenza Expo, e quella di tutti i suoi Soci, nel mercato fieristico italiano”.

La crescita di Piacenza Expo, ha sottolineato la sindaca Barbieri (il Comune è l’azionista di maggioranza dell’ente) “è un fatto concreto di cui è doveroso dare merito all’amministratore Cavalli e a tutto il suo staff; e credo che anche la Regione abbia fatto leva su questo trend positivo per rivedere la propria posizione e per decidere di consolidare la propria presenza nel capitale sociale. Il mercato fieristico ha subito una grande trasformazione negli ultimi anni. E Piacenza Expo, grazie alla sua capacità ricettiva, alle caratteristiche delle sue strutture e anche alla felice collocazione geografica, ha saputo ritagliarsi un ruolo di rilievo specializzandosi in fiere specialistiche e di nicchia di livello nazionale ed internazionale molto apprezzate. Sono lieta che la Regione abbia fatto questa scelta a favore del territorio piacentino. Di questo voglio ringraziare in particolare l’assessore Colla per l’impegno e il lavoro che ha dedicato al raggiungimento di questo risultato”.

Le Fiere, ha spiegato l’assessore Colla, “rappresentano per l’economia di questa regione un fattore strategico di sviluppo delle filiere territoriali, garantendo quella rete di relazioni e di scambio con le migliori realtà ed esperienze sia italiane che internazionali, che rappresenta un elemento fondamentale per creare valore e occupazione. Per questo, come annunciato a luglio, non solo non abbandoniamo Piacenza Expo; ma vogliamo aumentare la partecipazione della Regione nella compagine societaria. Avvieremo pertanto la procedura istituzionale, proponendo all’Assemblea legislativa la legge per confermare e incrementare la presenza dell’Istituzione regionale nell’assetto societario. Al di là dei numeri, la volontà della Regione è quella di essere sempre più vicina ai suoi territori, così come dimostra la scelta che abbiamo presentato oggi”.


ilmiogiornale.net

Share
Share