Governo, Salvini: “Chi guadagna di più paghi meno tasse”

Share

Perché la flat tax? “Perché è giusto che chi guadagna di più paghi meno tasse. Perché spende e investe di più. L’importante è che ci guadagnino tutti: se uno fattura di più, risparmia di più, reinveste di più, assume un operaio in più, acquista una macchina in più, e crea lavoro in più. Non siamo in grado di moltiplicare pani e pesci. Il nostro obiettivo è che tutti riescano ad avere qualche lira in più nelle tasche da spendere”.

Così Matteo Salvini, ministro dell’Interno, ai microfoni di Radio anch’io (Rai Radio1), rispondendo a una domanda sulla Flat tax. Gli risponde la vicepresidente del Senato Anna Rossomando del Pd: “Il governo del cambiamento ha cambiato la trama di Robin Hood, si toglie ai poveri per dare ai ricchi”. E il presidente dem Matteo Orfini di rincalzo: “Finalmente ha detto la verità”.

Sempre in tema economico, il vicepremier parla anche di pensioni: “L’impegno è sacro. Smonteremo la legge Fornero pezzo per pezzo. Con l’obiettivo di tornare a 41 anni di contributi”.

Ritorna poi sulla questione migranti e sugli attacchi contro la Tunisia, promettendo di voler fare chiarezza: “Siamo al lavoro per capire meglio gli accordi con la Libia e la Tunisia – spiega – già nel fine settimana, spero, incontrerò il ministro dell’Interno tunisino, un Paese dove non c’è guerra, epidemia, carestia e bisognerà cercare di lavorare meglio”.

Tra i temi a cui il Viminale sta lavorando in vista dell’estate, Salvini cita il dossier “spiagge sicure”, una serie di provvedimenti per litorali liberi dagli abusivi: “Stiamo preparando un dossier per evitare almeno in parte il dramma dell’abusivismo che colpisce commercianti e bagnanti”.

Repubblica.it

Share
Share