Elkann annuncia svolta Exor: pronto a investire in moda e food

Share

Exor, la holding della famiglia Agnelli, vuole investire nelle piccole e medie imprese italiane, soprattutto in quelle che hanno una percentuale significativa di export. A dirlo in un’intervista al Financial Times è il presidente della finanziaria, John Elkann, che controlla anche Fca e Ferrari. “Penso ci siano spazi di mercato in cui un imprenditore o una società controllata da una famiglia può apprezzare di avere un partner, per svariati motivi. Queste partnership per noi rappresentano opportunità di investimento”, spiega l’imprenditore che cita Eataly, Moncler e Technogym come esempi di medie aziende di beni di consumo che hanno riscosso un forte successo all’estero nell’ultimo decennio.
Il cambiamento di rotta è evidente e arriva dopo i grandi investimenti di Exor al di là dei confini italiani, come quello nel colosso americano delle riassicurazioni PartnerRe o nell’editoria con l’Economist Group. Peraltro, c’è chi ha osservato che Exor potrebbe costituire un esempio di polo aggregante dalle dimensioni comparabili con quelle del lusso internazionale (polo fino a oggi mancato in Italia).
Nei mesi scorsi Elkann, a titolo personale, aveva sottoscritto un aumento di capitale da 2,5 milioni di euro in Italia Independent.

Share
Share