“Sparito” in Norvegia Arjen Kamphuis, co-fondatore di Wikileaks

Share

Le sue tracce si sono perse il 20 agosto a Bodo, nel nord del Paese. Tra le ipotesi figura anche il coinvolgimento degli Stati Uniti

Cresce l’allarme sulla sorte di Arjen Kamphuis“mago” informatico olandese co-fondatore con Julian Assange di Wikileaks, svanito nel nulla da due settimane in Norvegia. Le sue tracce si sono perse il 20 agosto a Bodo, nel nord del Paese. Domenica la polizia ha reso noto di aver aperto un’indagine. Secondo fonti di Wikileaks, che esprimono “preoccupazione”, Kamphuis aveva prenotato un volo interno per Trondheim il 22, ma non è mai salito a bordo. Sul web fioriscono intanto ipotesi di ogni tipo. C’è chi sospetta che l’esperto di cyber-sicurezza possa essersi eclissato per una qualche”missione segreta” e chi teme sia finito nel mirino degli Stati Uniti e della Cia, infuriati con Assange e i suoi alleati fin dalla diffusione da parte di Wikileaks nel 2010 di una caterva d’imbarazzanti documenti diplomatici segreti. Altri ipotizzano invece un più “banale” incidente di montagna.

Share
Share