Bce lascia i tassi invariati. Draghi: ‘Se serve Qe anche oltre settembre 2016’

Share

BCE: STOP ACQUISTO TITOLI GRECIA SE ESCE DA PIANO TROIKALa ripresa “continuerà in maniera più lenta delle attese ‘bazooka’ di Draghi verrà usato se necessario anche oltre il settembre 2016. Lo ha fatto sapere il presidente della Bce Mario Draghi.

Draghi, sovaldi Qe avanti se serve anche oltre 2016 – Gli acquisti di titoli del Quantitative Easing “sono previsti fino al settembre 2016 o anche oltre se necessario”. Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, ribadendo l’intenzione di attuare con pienezza il programma di acquisto asset.

La Banca Centrale Europea ha lasciato il tasso principale di rifinanziamento al minimo storico dello 0,05%. Il tasso sui prestiti marginali e quello sui depositi bancari restano rispettivamente allo 0,30% e -0,20%.

Europa conferma rialzo dopo tassi invariati Bce – Confermano il rialzo le Borse europee dopo l’attesa decisione della Bce di lasciare invariati i tassi. Fra tutte svetta Atene (+2,63%), spinta dai bancari Alpha (+13,33%), Piraeus (+10,98%) e National Bank of Greece (+7,65%). Bene Francoforte (+1,56%) con Fresenius (+4,26%) e Infineon (+2,59%). Sprint di Easyjet (+5,56%) a Londra e di Valeo (+3,5%) a Parigi, dove scivola Edf (-4%). Sprint di Autogrill (+7,32%), Yoox (+5,5%) e Campari (+4,47%) a Milano, dove frena Saipem (-0,87%).

Share
Share