Bologna Motor Show: “Il salone tornerà grande”

Share

I nuovi organizzatori presentano l’edizione del prossimo dicembre. Ecco come sarà

motor_show_2016_rombo_dei_motori_38307Dal 3 all’11 dicembre, queste le date annunciate per il prossimo Motor show. La Fiera di Bologna – l’organizzatrice – promette il rilancio visto cche dal record di visitatori del 2004 – 1,2 milioni di biglietti venduti – in 10 anni si è arrivati a 30.000, complice la crisi e un’offerta sempre più ridotta. Le idee in campo sono stand più ricchi, un mix originale e le grandi anteprime di una volta.
Insomma il Motor Show vuole tornare in pompa magna con un evento fatto di spettacolo, divertimento, informazione: a cinque mesi al taglio del nastro gli organizzatori già dichiarano l’adesione di 25 brand (ma non dicono quali) e una trattativa di un altro 20% del mercato. Si punta alla presenza del 60-65% del mercato italiano.
“Via stereotipi o modelli tradizionali – afferma Rino Drogo, Direttore del Motor Show – non chiedeteci già quanti modelli saranno presenti perché non punteremo ad essere il salone con più anteprime, dato che quelle vere ormai si trovano esclusivamente in rete…”
Una cosa è certa. Quest’anno i brand avranno più presenza, e offriranno tante esperienze diverse: ciascuno potrà testimoniare il suo passato, il suo presente e futuro, la tecnologia. Per riportare in auge quello che tra i padiglioni ha sempre contato di più: l’emozione.
“Sarà un salone nuovo: auto e moto oltre ad un passato glorioso sono un presente dinamico e un futuro che allarga le possibilità per il made in Italy. Il “futuro” è ricerca, innovazione, start up. Sarà più sentito che mai”, dichiara Franco Boni, Presidente Bologna Fiere. Tra le novità, infatti per il BMS 2016 si annuncia un “quark dell’evoluzione”, un padiglione intero alla scoperta della tecnologia dell’automobile, dove ogni singolo visitatore potrà approfondire argomenti come la guida autonoma, l’elettrificazione, la connettività (IOT) e la Digitalizzazione dell’abitacolo, “toccandone con mano” i funzionamenti, valutandone in prima persona i cambiamenti.
Confermato lo sport. Per chi ama il rombo, la polvere, le performance, tornerà a brillare una nuova edizione del Memorial Bettega nell’Area 48. Per gli appassionati di 4×4, invece, un percorso off road, a disposizione per i vari brand in un’area dedicata: un tracciato come quello allestito per Carrara 4×4, che grazie alla partnership con CarraraFiere potrà far sì che il BMS ridiventi un punto di riferimento per gli amanti della trazione integrale. Per festeggiare il quarantesimo anno del salone, inoltre, non mancherà un padiglione storico per riunire le auto più gloriose. Come di rito, infine, ci saranno test drive, ma anche corsi di guida sicura, per sensibilizzare i più giovani. E poi l’intrattenimento: un ricco calendario di gare, esibizioni e show con la partecipazione dei piloti tra i più noti.
Novità, concept, racing, 4×4 e Heritage, dunque, saranno gli ingredienti fondamentali per un’organizzazione rivolta completamente al pubblico: un’esperienza a 360 gradi che diventa anche occasione di confronto per tutto il mondo automotive con approfondimento sui temi caldi dell’economia e dell’innovazione. Sorpresa per i visitatori, “Automirabilia”: un mondo di accessori, design, dedicato alle mille sfaccettature del mondo dei motori. “Si è sentito il bisogno di ricordare, a chi l’avesse dimenticato ai giorni nostri, l’unica cosa che ci diede davvero la libertà nel passato”, conclude il presidente.

Ilaria Salzano, La Repubblica

Share
Share