Pni 2020, ecco i finalisti

Share

Provengono da tutta Italia e rappresentano il “distillato” delle 14 Start Cup, le business plan competition che, a livello regionale, selezionano le migliori idee d’impresa hi-tech italiane nate dalla ricerca accademica. I 16 team, passato il primo vaglio dei Giurati, gareggeranno ora per il titolo di vincitore assoluto del Pni 2020 e si contenderanno i 4 premi settoriali di 25.000 euro ciascuno – IREN Cleantech&Energy, ICT, Industrial e Life Sciences –, oltre ai numerosi Premi Speciali.
L’edizione 2020 è promossa dall’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari PNICube in collaborazione con l’Università di Bologna e il suo incubatore Almacube e realizzata grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo, Regione Emilia-Romagna, Camera di Commercio di Bologna, con la main sponsorship del Gruppo Iren.  «Chiudiamo la prima giornata di lavori con grande soddisfazione – ha commentato il Presidente PNICube Alessandro Grandi – I numeri ci confortano sulla bontà della strada intrapresa: l’apertura, forzata, al digitale può rivelarsi una straordinaria opportunità per le nostre startup che moltiplicano così le occasioni di confronto, visibilità e business matching, anche al di fuori dei confini nazionali. I progetti finalisti, caratterizzati da un elevato spessore scientifico-tecnologico e da forti potenzialità applicative di mercato, confermano inoltre l’enorme potenziale dell’innovazione proveniente dalla ricerca accademica.»
La Finale del 4 dicembre (9.30-13.30) – trasmessa sulla piattaforma ibrida.io e in streaming sul canale Youtube dell’Università di Bologna (https://bit.ly/livePNIUnibo) e sulla pagina Facebook PNICube – sarà anche l’occasione per evidenziare l’abilità del mondo delle startup di riconvertirsi e sfruttare positivamente anche situazioni di crisi, con attori nazionali che credono e investono nell’innovazione prodotta dalle startup universitarie: il Rettore Università di Bologna Francesco Ubertini, il Presidente PNICube e Almacube Alessandro Grandi, il Presidente Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il Presidente CCIAA di Bologna Valerio Veronesi, il Sottosegretario del MiSE Gian Paolo Manzella, la Delegata del Rettore Imprenditorialità e Rapporti con le Imprese Università di Bologna Rosa Grimaldi, il Direttore Fondazione Enea Tech Salvo Mizzi, il DG Intesa Sanpaolo Innovation Center Guido de Vecchi (nella foto), il Vice Presidente Confindustria Maurizio Marchesini, il Dean Bologna Business School Massimo Bergami, il giornalista e innovatore Riccardo Luna

Share
Share