Saliscendi / LaVerità

Share

di Cesare Lanza per LaVerità

.,

Massimiliano Allegri

Ha vinto quattro scudetti ed è arrivato due volte alla finale di Champions. Quest’anno, con l’arrivo di Cristiano Ronaldo, gli viene chiesta esplicitamente – parola di John Elkann – la coppa. Allegri è duttile e non fa smorfie, neanche per il ritorno di Leonardo Bonucci. E ha già in mente tre o quattro moduli diversi per i suoi campioni.

.,

Carlo Ancelotti

L’allenatore del Napoli può contare soprattutto sul suo cv: ha vinto dovunque, è attesissimo al rientro in Italia. Però manca poco all’inizio del campionato e le difficoltà sono evidentissime. Nessun grande acquisto. Tattica da reinventare. Amichevoli deludenti. E Maurizio Sarri se l’è svignata lasciandogli in eredità un secondo posto. Per far meglio, Carletto dovrebbe vincere!

.,

 

Lautaro Martinez

Luciano Spalletti sognava Luka Modric, É, vicecampione  del mondo, forse (a 33 anni però) il miglior centrocampista del mondo. E forse qualche tenue – speranza esiste ancora. Nelle amichevoli tuttavia l’Inter ha trovato un inatteso campionissimo, Lautaro. Con un gol fantastico ha inchiodato l’Atletico Madrid e ha conquistato tutti.

.,

Simone Inzaghi

Alla prima giornata la Lazio riceve il Napoli, alla seconda sale a Torino per misurarsi con la Juve. Per il lanciatissimo allenatore biancazzurro non sarà facile ripetere i fasti del campionato passato. Il calendario, già proibitivo, propone ulteriori insidie. Le partite amichevoli sono state defudenti e il caso Milnkovic Savic (non ancora chiuso!) ha snervato l’ambiente.

.,

Krzysztof Piątek

Centrattacco polacco di stampo tradizionale, 23 anni, si è presentata nel Genoa come meglio non avrebbe sognato. Quattro gol in una partita (al Lecce, in Coppa Italia): erano 70 anni che l’exploit non succedeva a un calciatore rossoblu! In Polonia ha segnato 21 gol nella scorsa stagione: vero che il calcio italiano è un’altra cosa, ma ora per tutti è la grande sorpresa della stagione.

.,

Gianluigi Donnarumma

La continua altalena vado, resto ha indignato i tifosi. Tutto sembrava preludere alla sua cessione. Ma non sono arrivate grandiose offerte. La stagione quindi si annuncia a rischio:  le incertezze dello scorso campionato pesano. Gigio dovrà superarsi per farsi preferire a Pepe Reina, ma anche  per consolidarsi in Nazionale.

 

 

Share
Share