Migranti, Di Maio a Macron: ‘Vera lebbra è l’ipocrisia europea’. Il ministro al congresso della Uil

Share

Ieri durissimo scontro con Macron e scintille Salvini-Saviano

“A livello internazionale ma soprattutto europeo sto vedendo cose inedite, comportamenti anche scomposti di capi di Stato, del presidente francese, che prima ha sempre parlato di rapporti di buon vicinato quando i governi italiani stavano zitti e adesso comincia ad attaccare a giorni alterni”. Così il vicepremier Luigi Di Maio aggiungendo che Macron “un giorno dice di non volere offendere l’Italia e un altro parla di lebbra, la vera lebbra è l’ipocrisia europea, di alcuni stati che respingono i migranti a Ventimiglia e poi ci fanno la morale su come gestirli”.

Ieri c’era stato un nuovo scontro Salvini-Saviano sulla scorta allo scrittore, e dopo le parole del leader della Lega sulla ‘valutazione’ della misura e la replica che ne segue, interviene anche l’altro vicepremier, Luigi Di Maio. “Io penso che ci dobbiamo concentrare sulle cose che stanno nel contratto, su cosa faremo per gli italiani“, dice il leader M5s, poi “ognuno dica quello che vuole, ma nel tempo libero”.

Scintille anche con la Francia sul tema dei migranti. Il presidente Macron tuona contro la “lebbra populista” con chiaro riferimento al governo italiano. Dura la replica dei vicepremier Salvini e Di Maio. “Ipocrita e offensivo”, ribatte il leader del Movimento 5 Stelle. “Un signore. Caviale, champagne e signorilità…”, ironizza invece il segretario leghista.

Ansa

Share
Share