L’allarme di Confcommercio: “Il pil è a crescita zero”

Share
Alla luce delle indicazioni giunte da produzione industriale, sentimento delle famiglie e delle imprese, Confcommercio stima per il mese di giugno una variazione congiunturale nulla del Pil mentre su base annua l’incremento sarebbe dello 0,9% (1,0% a maggio), confermando un ulteriore rallentamento rispetto al primo trimestre. Nel secondo trimestre 2018 Confcommercio prevede una crescita nulla in termini congiunturali, mentre il tasso di crescita tendenziale si attesterebbe all’1,0%.

L’associazione segnala come «le incertezze che caratterizzano il quadro congiunturale, associate ad un ampliamento dell’area del disagio sociale hanno contribuito a mantenere un profilo molto contenuto della domanda da parte delle famiglie» con un indicatore dei Consumi Confcommercio che a maggio ha registrato un aumento dello 0,1% sia in termini congiunturali, sia nei confronti dello stesso mese del 2017.

Ilmessaggero.it
Share
Share