Berlusconi contro Di Maio: “Non sta a lui dirmi cosa fare”

Share

Il Cavaliere torna all’attacco contro il leader del M5S: “Si illude di poter rompere un rapporto di lealtà reciproca, ma non conosce l’abc della democrazia”

“Non sta certo al signor Di Maio dire a Berlusconi quel che deve fare: è un compito che spetta agli elettori”. Silvio Berlusconi non ha nessuna intenzione di cedere alle richieste del M5S che insiste perché il Cavaliere faccia “un passo di lato”. “Io ho il dovere di rappresentare i cinque milioni di cittadini che mi hanno confermato la loro fiducia, che credono nella nostra esperienza, nei nostri valori e nei nostri programmi“, dice secco a Primo piano Molise, “Forza Italia va avanti unita e compatta intorno al suo leader, come è unito il centrodestra su un progetto politico e un programma con il quale ci siamo impegnati davanti agli elettori”.
Il Cavaliere torna a ricordare come i veti del Movimento 5 Stelle poco si adattino a una democrazia: “Se Di Maio si illude di rompere un rapporto di lealtà reciproca e di condivisione di valori che va avanti da vent’anni, nel centrodestra, non solo si fa delle illusioni, ma pecca di arroganza e di inesperienza.“, spiega il leader di Forza Italia, “E dimostra di non conoscere nemmeno l’abc della democrazia”.

Il Giornale, Chiara Sarra

Share
Share