Altro cambio per Trump: fuori Shulkin, dentro Jackson

Share

Il ministro per gli Affari dei veterani è stato sostituito a causa delle polemiche sulle spese di viaggio e sui rimborsi richiesti. E’ il secondo ministro costretto a lasciare, dopo quello della Sanità. Tutti gli ex del presidente

Trump

Nuova sostituzione nell’amministrazione Usa da parte del presidente Donald Trump. Il segretario (ministro) degli Affari dei veterani David Shulkin è stato rimpiazzato, come ha annunciato via Twitter il numero uno della Casa bianca: “Sono lieto di annunciare che intendo nominare l’ammiraglio Ronny L. Jackson (il medico della White House che ha vigilato sullo stato di salute degli ultimi tre presidenti, Trump compreso) quale nuovo segretario per i reduci per rimpiazzare David Shulkin fino ad ora alla guida del dicastero”. La sostituzione di Shulkin non è una sorpresa, da tempo circolavano indiscrezioni sulla volontà di Trump di mandare a casa un altro ministro dopo le dimissioni di quello della Sanità per polemiche nate sulle spese di viaggio e sui rimborsi richiesti. Polemiche sulle spese che hanno colpito anche Shulkin. Gli ultimi ad abbandonare l’amministrazione Trump erano stati, una settimana fa, il consigliere per la sicurezza nazionale H.R. McMaster, sostituito da John Bolton, e John Dowd, l’avvocato incaricato di guidare la difesa di Trump nell’ambito delle indagini sul Russiagate. Solo nell’ultimo mese, sono stati sostituiti il segretario di Stato, Rex Tillerson, la fidatissima direttrice della comunicazione, Hope Hicks, il capo degli advisor economici, Gary Cohn, considerato l’artefice della riforma fiscale, e Bob Porter, capo dello staff del presidente.

ItaliaOggi

Share
Share