Chessidice in viale dell’Editoria

Share

Contributi radio tv locali, le domande 2017 da presentare entro il 31 gennaio. Dal 2 al 31 gennaio 2018 è possibile presentare le domande per accedere ai contributi destinati alle tv locali e alle radio relative all’anno 2017. La presentazione delle domande di contributo deve avvenire esclusivamente con procedura telematica, utilizzando la piattaforma Sicem. I contributi sono destinati all’emittenza locale e vengono concessi sulla base di criteri che tengono conto del sostegno all’occupazione, dell’innovazione tecnologica e della qualità dei programmi e dell’informazione anche sulla base dei dati di ascolto, così come previsto dal nuovo regolamento approvato in attuazione delle disposizioni contenute nella legge di Stabilità 2016. Intanto il Mise ha reso noti i dati relativi ai contributi dell’anno 2016, il cui termini di presentazione delle domande è scaduto il 21 dicembre scorso. Le 1.001 domande ricevute sono suddivise tra 184 tv locali commerciali, 211 tv locali comunitarie, 301 radio locali commerciali e 305 radio locali comunitarie. Il Mise dovrà ora verificare la regolarità e la completezza della documentazione presentata e successivamente predisporre le graduatorie dei soggetti aventi diritto ai contributi.

Rai, 5,5 milioni spettatori per Napoli-Atalanta. Successo l’altroieri per il quarto di finale di Tim Cup Napoli-Atalanta trasmessa da Rai 1 in prima serata: 5 milioni 479 mila telespettatori di ascolto medio con il 21,12% di share. Si tratta del programma più visto della serata superato, nella giornata, solo dal TG1 delle 20 che ha registrato 6 milioni 29 mila ascoltatori con il 25,30% di share. Su Rai2 il film Una notte al museo ha raggiunto 2 milioni 244 mila spettatori e uno share dell’8.90. Su Rai3 Inviati speciali ha totalizzato 1 milione 496 mila spettatori e uno share del 5,98% e in prima serata il film Tristano & Isotta 992 mila e uno share del 4,17%. Da segnalare nel day time della mattina su Rai1 Storie italiane con 1 milione 465 mila spettatori e uno share del 20,61% e a seguire Buono a sapersi con 1 milione 264 mila e il 15,29%. In totale le reti Rai in prima serata hanno raggiunto 11 milioni 314 mila spettatori e uno share del 43,52%, in seconda serata 4 milioni 131 mila spettatori e il 33,12% e nell’intera giornata 4 milioni 301 mila e il 38,26% di share.

Giornalisti, Delli Colli presidente del Sngci. Laura Delli Colli è stata riconfermata fino alla fine del 2020 alla presidenza del Sngci, il sindacato dei giornalisti cinematografici italiani. Lo ha deciso all’unanimità, dopo il verdetto elettorale dei giorni scorsi, il nuovo direttivo del sindacato nel quale sono confermati anche Fulvia Caprara (vicepresidente, La Stampa), Paolo Sommaruga (Tg1), Oscar Cosulich (Il Mattino-l’Espresso) e Stefania Ulivi (Corriere della Sera). Il direttivo ha rinnovato a Romano Milani l’incarico di segretario generale e amministratore e nominato Franco Mariotti sindaco unico.

Nel 2017 sui media ha vinto Marchionne. Il ceo di Fca Sergio Marchionne nel 2017 è stato più citato sui media italiani tra i manager e gli imprenditori, raccogliendo oltre 20 mila (20.259) menzioni, quasi il doppio rispetto a quelle del presidente di Rcs e Cairo Communication Urbano Cairo (12.353) e del presidente di Fca John Elkann (11.663), rispettivamente secondo e terzo in questa speciale graduatoria. A mettere in evidenza i risultati è il monitoraggio svolto da Mediamonitor su tecnologia e soluzioni sviluppate da Cedat 85 su oltre 1.000 fonti d’informazione fra carta stampata (quotidiani e periodici), quotidiani locali, siti di quotidiani, principali radio e tv, blog, siti d’informazione online. Al quarto posto della classifica c’è il commissario straordinario di Alitalia Luigi Gubitosi, che con le sue 8.755 menzioni doppia il fondatore di Eataly Oscar Farinetti (4.756). Il ritorno in borsa di Pirelli aiuta il vicepresidente e a.d. del gruppo Marco Tronchetti Provera (4.315) a salire al sesto posto della graduatoria. Tra coloro che hanno ricevuto più menzioni ci sono anche Luca Cordero di Montezemolo (4.027) e Vincent Bolloré, presidente di Vivendi, protagonista delle cronache finanziare per il contenzioso con Mediaset. Al nono posto della classifica, con 3.398 citazioni, si posiziona Diego Della Valle, il patron di Tod’s che di recente ha inaugurato uno stabilimento ad Arquata del Tronto. Nel 2017 il nome del presidente dell’Eni Emma Marcegaglia è ricorso 2.698 volte sui media, più del presidente di Mediaset Fedele Confalonieri (1.812) e Luciano Benetton (1.176).

ItaliaOggi

Share
Share