Alitalia, nuova settimana di fuoco tra ministero e sciopero

L’agenda economica: lunedì sciopero dei controllori di volo e incontro al Mise sul piano da duemila esuberi. In agenda anche il faccia a faccia tra Uber e tassisti, mentre sindacati e governo si vedono sui temi della previdenza e del lavoro occasionale. Padoan all’Eurogruppo con la manovra correttiva da completare, in arrivo il bollettino Bce

Si annuncia una nuova settimana di fuoco per l’Alitalia, che è convocata insieme ai sindacati nel pomeriggio di lunedì al Ministero dello Sviluppo economico: il ministro Carlo Calenda, insieme ai colleghi Giuliano Poletti (Lavoro) e Graziano Delrio (Trasporti) vuole vederci chiaro sul nuovo piano industriale dell’aviolinea, che prevede 2.037 esuberi e per il quale i sindacati hanno annunciato uno sciopero per il 5 aprile prossimo. “Ogni licenziamento è una sofferenza. Questa è la base da cui partiamo”, ha detto Delrio. “Dobbiamo vedere bene il piano industriale vero e proprio – ha aggiunto – noi puntiamo al rilancio industriale. Abbiamo sempre detto che di esuberi si parla solo dopo aver dato un giudizio sul piano industriale di sviluppo”. Il piano, che garantirà 163 milioni di tagli sul costo del lavoro, prevede 2.037 esuberi solo nel personale di terra, di cui 1.338 dipendenti a tempo indeterminato, 588 a tempo determinato e 141 addetti agli uffici esteri, a cui dovrebbero aggiungersi oltre 400 naviganti (100 piloti e 300 assistenti di volo) per i quali ad agosto scadrà la solidarietà. Prima di parlare di esuberi, però, l’esecutivo vuole capire come l’Alitalia intende rilanciare la compagnia. La convocazione arriva in un giorno difficile per i viaggiatori: è in programma un’agitazione dei controllori di volo con annunciate ripercussioni sul traffico aereo. Alitalia ha già dovuto cancellare il 40% dei voli previsti e attivato i programmi di riprotezione dei viaggiatori.
Non è l’unica manifestazione prevista nel settore dei trasporti. Sempre lunedì c’è infatti in calendario un faccia a faccia a porte chiuse tra le sigle sindacali dei tassisti e Uber: incontro chiesto dal general manager in Italia dell’applicazione americana, Carlo Tursi, che martedì sarà ricevuto al ministero dei Trasporti. Si spera di scongiurare lo sciopero nazionale delle auto bianche indetto per l’intera giornata di giovedì. Riflettori puntati, inoltre, sul tavolo governo-sindacati al ministero del Lavoro: oltre ai temi già fissati, tra cui quello della previdenza, vi è la necessità di affrontare la questione del lavoro occasionale, dopo l’abolizione dei voucher per decreto.
Fuori dall’Italia, dopo il G20 dei giorni scorsi il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, resta impegnato in sede internazionale: l’attenzione è rivolta all’Eurogruppo e all’Ecofin a inizio settimana. Il doppio appuntamento potrà essere occasione di confronto con i colleghi europei in vista della correzione dei conti da 3,4 miliardi chiesta dalla Commissione all’Italia, senza la quale rischiamo di finire sotto procedura d’infrazione per deficit, vista la mancata riduzione del nostro debito. La riunione si concentra però, formalmente, sulla Grecia. Attesa, infine, per il bollettino della Banca centrale europea, che sarà diffuso giovedì: come sempre, i mercati guarderanno alle parole di Francoforte per capire le prospettive dell’economia e della finanza europea.
I mercati approcciano la nuova ottava dopo una settimana positiva, spinta soprattutto dalla consapevolezza della Federal Reserve sulla forza dell’economia americana. Eppure la Banca centrale Usa non ha messo in agenda una accelerazione nella stretta monetaria in atto, che alcuni ritenevano possibile, non dando particolari shock agli investitori. Piazza Affari ha toccato il massimo annuale (a dire il vero, picco da oltre un anno) sopra quota 20mila punti, salvo poi chiudere debole nella giornata di venerdì. Sotto i riflettori ci sono le azioni delle maggiori partecipate statali interessate dalle nomine, ufficializzate sabato dal Tesoro. Ci sono poi conti internazionali di rilievo: BMW, Nike, Tencent, Hermes International, FedEx, China Mobile, Accenture, Telecom Italia tra gli altri. Focus particolare su Deutsche Bank, che ha ufficializzato l’aumento di capitale da 8 miliardi a un prezzo di 11,65 euro per azione: uno sconto del 35% sui valori di Borsa.

LUNEDI’ 20 MARZO
Alitalia: il governo incontra azienda e sindacati al ministero dello Sviluppo economico; presenti i ministri Calenda, Delrio, Poletti.
Taxi: incontro sindacati tassisti e Uber
Ue: Eurogruppo, al centro i piani di aiuto alla Grecia
Istat: dati sulla produzione nelle costruzioni a gennaio

MARTEDI’ 21 MARZO
Taxi: vertici Uber al ministero dei Trasporti – Gse: presentazione del Rapporto delle attività – Mezzogiorno: presentazione del VI Rapporto della Fondazione La Malfa con il ministro Calenda e il presidente di Confindustria Boccia – Bmw: conferenza annuale di bilancio
Ue: riunione Ecofin
GB: dati dell’inflazione a febbraio
Borsa Italiana: Star conference
ITALIA: Presentazione Rapporto delle Attività GSE (Gestore dei Servizi Energetici)
Bankitalia: “Indicatori di solidità finanziaria” e “Le riserve ufficiali e la liquidità in valuta estera dell’Italia”.

MERCOLEDI’ 22 MARZO
Università Luiss: presentazione del rapporto della fondazione Bruno Visentini “Il divario generazionale tra conflitti e solidarietà”, con i ministri Poletti, De Vincenti, Fedeli e la segretaria generale della Cgil Camusso
Confindustria: accordo Bei-Confindustria con il presidente di Confindustria Boccia
Cgil: iniziativa “Libera il lavoro con 2 Sì” con la segretaria generale Camusso
Usa: vendita case esistenti a febbraio
Bankitalia: “Bilancia dei pagamenti e posizione patrimoniale sull’estero”
Bce: Riunione non di politica monetaria.

GIOVEDI’ 23 MARZO
Pensioni e lavoro: incontro governo e sindacati
Bce: bollettino economico e rapporto sull’attività di vigilanza. Riunione del Consiglio generale
Taxi: sciopero nazionale
Inps: dati su cig a febbraio, osservatorio precariato, dati su pensioni vigenti
Università Luiss: lecture “Imprese e politica: quale rapporto in Italia” del presidente di Confindustria Boccia
Università Luiss: convegno su “Imprese e fisco nell’era digitale” con la diretrice dell’Agenzia delle Entrate Orlandi
Digital Day: evento organizzato dalla Commissione europea e dal governo italiano
Europe Ambition 2030: conferenza intenazionale con la presidente della Camera Boldrini e il ministro dell’Economia Padoan
Usa: dati sui sussidi settimanali disoccupazione
Usa: discorso del governatore della Fed Yellen alla Community Development Conference

VENERDI’ 24 MARZO
Cgil, Cisl, Uil: iniziativa per un’Europa sociale, con i leader Camusso, Furlan e Barbagallo
– Sindacati: summit sociale in occasione della celebrazione dei Trattati di Roma con Cgil, Cisl, Uil e sindacato europeo Ces
Istat: dati commercio estero extra Ue a gennaio
Francia: dati Pil
Ue: dati Pmi manifatturiero e servizi di marzo

SABATO 25 MARZO
Manifestazione Rete della pace “La nostra Europa” con la segretaria generale della Cgil Camusso.

La Repubblica