Mercato chiuso: Juve con Cuadrado ma salta Witsel, Balotelli a Nizza, David Luiz da Conte

Share

Dopo il dominio negli affari dell’estate, anche nell’ultimo giorno la vetrina è dei bianconeri. Il Napoli risponde con Maksimovic, ma con il “giallo”. Mati fernandez al Milan, ma il Cagliari accusa la mediazione dello squalificato Cosentino per far saltare l’affare. Cassano dice no al Palermo, salta Wilshere alla Roma, la Fiorentina vende Alonso al Chelsea

Milan Bacca BalotelliGong: la porta si chiude, chi c’è c’è, per gli altri se ne riparla a gennaio. Il mercato estivo ha chiuso i battenti, ma senza stupire. Dopo il dominio negli affari dell’estate, anche nell’ultimo giorno la vetrina è della Juventus. Anche se soltanto a metà. Tra gli altri club pochi, pochissimi hanno piazzato mosse davvero utili a risolvere problemi o colmare lacune. Tanti affari saltati al fotofinish: niente Roma per l’inglese Wilshere che ha preferito il Bournemouth. Niente Palermo per Cassano, che preferisce restare da separato in casa alla Samp. Niente Cerci per il Bologna, tutta colpa di visite mediche che hanno alimentato dubbi sulle sue condizioni fisiche. Niente Fabregas per il Milan: ma Galliani si consola “scippando” Mati Fernandez al Cagliari: arriva a costo zero dopo essere stato liberato dalla Fiorentina. Ma il Cagliari accusa: secondo i sardi l’affare l’ha condotto Pablo Cosentino, ex dirigente del Catania squalificato. Per questo minaccia azioni legali per far saltare il trasferimento.
JUVE, CUADRADO MA NON WITSEL, MAKSIMOVIC AL NAPOLI CON “GIALLO” – Alla Juve non riesce il doppio affare. Dal Chelsea ritorna Cuadrado, acquistato con una formula fantasia: 5 milioni per un prestito di 3 anni. Poi riscatto obbligatorio nel 2019 per altri 20 milioni. Più 4 milioncini di bonus, che portano il totale del prezzo a 29 milioni. Salta però il colpo che Allegri voleva per il centrocampo: sembrava tutto fatto per Axel Witsel, allo Zenit sarebbero andati 18 milioni più 2 di bonus. Ma il tecnico dei russi Lucescu ha detto no: non aveva il tempo di trovare un sostituto. Uno stop brusco, con il giocatore che era già a Torino per le visite e pronto a posare con la nuova maglia, costretto a invertire la rotta e tornare a San Pietroburgo. E che fa saltare anche il passaggio di Hernanes al Genoa. Il Napoli prova a difendersi: in tutti i sensi. Il colpo dell’ultim’ora chiude un inseguimento durato 2 anni. Dal Torino arriva il difensore serbo Maksimovic, affare da 28 milioni di euro. Con il giallo: perché il calciatore si trovava a Francoforte proprio mentre lo scalo della città tedesca veniva chiuso per un allarme bomba. Il volo saltato, il rischio che facesse lo stesso il trasferimento. Poi il club azzurro, con un volo privato messo a disposizione dal presidente De Laurentiis ha fatto sbarcare a Roma il difensore, che senza nemmeno sostenere le visite mediche ha firmato alla Filmauro il contratto con il Napoli. Al Torino era già arrivato Valdifiori, acquistato proprio dal Napoli nella notte a titolo definitivo. Salta invece al Toro il sostituto di Maksimovic, Simunovic: le visite sconsigliano l’acquisto a titolo definitivo per dei vecchi problemi al ginocchio, dal Celtic dicono no al prestito.
BALOTELLI E’ DEL NIZZA, CASSANO FUORI ROSA – L’altra grande novità dell’ultimo giorno di mercato però è il trasferimento di Mario Balotelli: lo voleva mezza serie A, lui ha scelto la Francia. In serata il ribelle Mario ha firmato con il Nizza, con il placet del Liverpool proprietario del suo cartellino. In Costa Azzurra arriva in prestito, con il club transalpino che si farà carico di una parte del suo stipendio da 4 milioni netti. Il Palermo, che ci aveva provato fino alla fine, ha tentato poi di ripiegare su un altro “bad boy”: Antonio Cassano: c’è stato anche un colloquio con Zamparini, ma qualcosa s’è inceppato in fretta. Il barese per non allontanarsi dalla moglie ha chiuso la porta (con un sms): vuole restare alla Sampdoria, dove però è fuori rosa. Per lui si prospetta una stagione da spettatore.
ALONSO AL CHELSEA, IL GIRO PORTIERI, IL BALLETTO DELLE PUNTE – Tanti i movimenti in serie A: la Fiorentina ha ceduto il terzino sinistro spagnolo Marcos Alonso al Chelsea: 28 milioni il totale dell’operazione. Al suo posto arriva Maxi Olivera, uruguayano preso dal Penarol: prestito con obbligo di riscatto fissato a 3 milioni. La Roma, che non è riuscita a chiudere l’arrivo di Wilshere per motivi legati al pagamento del suo stipendio, ha ceduto Vainqueur al Marsiglia e la coppia Torosidis-Sadiq al Bologna: il greco a titolo deifnitivo, la punta nigeriana in prestito. A Bologna non arriva invece Cerci: troppo lunghi i tempi per riaverlo in campo, questo il verdetto delle visite mediche. Bologna protagonista anche del “giallo” Mirante: il portiere è ricoverato per esami medici al Gemelli dopo un malore accusato nel giorno di riposo. Il club preoccupato dalle sue condizioni ha dovuto comprare dal Torino il numero uno Gomis. Ma il giro di portieri è ampio: il Milan saluta dopo un anno o quasi di purgatorio Diego Lopez: va all’Espanyol. L’Atalanta prende Berisha dalla Lazio, il Crotone Cojocaru dalla Steaua Bucarest. Non contenti i calabresi si assicurano pure una coppia di punte dal Sassuolo: Falcinelli e Trotta sono a tutti gli effetti del Crotone. Al Sassuolo arriva Iemmello dallo Spezia e Ricci dalla Roma.
DAVID LUIZ TORNA AL CHELSEA, SLIMANI DA RANIERI, ESODO CITY – Tanti colpi dal mercato estero, con la Premier League grande protagonista. Il colpo del giorno, senza alcun preavviso, lo mette a segno il Chelsea. Che a Conte regala David Luiz: il brasiliano fa marcia indietro e ritorna ai Blues per 40 milioni di euro. Anche Ranieri può sorridere: dopo un lunghissimo inseguimento, il Leicester compra l’attaccante Slimani per 35 milioni di euro dallo Sporting Lisbona. Il
Bournemouth “scippa” Wilshere alla Roma, il Tottenham si prende Moussa Sissoko per oltre 30 milioni, l’ex Real Arbeloa al West Ham. Doppio affare per lo Stoke, che si assicura il difensore Martins Indi dal Porto e anche la punta Wilfred Bony, scaricato dal Manchester City. Come Mangala, che Guardiola spedisce al Valencia. In Spagna, sempre dal City, arriva pure Nasri: giocherà in prestito nel Siviglia, che gira l’ucraino Konoplyanka allo Schalke 04.

Repubblica

Share
Share