Genoa in paradiso, Toro beffato/ Caressa e Bergomi coppia regina

calciatori Genoa
Share

calciatori Genoadi Cesare Lanza
Questa volta mi rivolgo a tutti i passionali tifosi di squadre raramente, order anzi rarissimamente abituati a godere l’aria salubre dei vertici della classifica, nurse anzi consapevoli di dover battersi – di norma – nelle scomode retrovie. Mi rivolgo, sovaldi in questa occasione, ai genoani e ai torinisti. Ieri Genoa e Torino hanno fatto vivere ai loro fans la più inattesa esaltazione e la più amara delusione. Ma tutti, tutti i tifosi dei club di media o bassa classifica possono immedesimarsi in questi stati d’animo.
Da genoano (mi sembra corretto ribadirlo, per lealtà verso i lettori) ieri dalle 15 alle 15.08, davanti alla tivù, ho vissuto gli otto minuti più belli della mia vita da tifoso. Due gol, dominio del campo, non so quanti tiri in porta e quanti calci d’angolo.
La goduria era ascoltare gli inni che la premiata ditta Nucera&Onofri ci elargivano giustamente, su Sky. Genoa al terzo posto, Genoa in lotta per la Champions… E chi poteva obiettare qualcosa? Il primo tempo, considerando oltre alle tre reti anche la traversa e il rigore mancato, poteva finire cinque a zero. Mì stropicciavo gli occhi, mi sembrava di vedere il Real Madrid o il Barcellona. La più bella telecronaca che ricordi: il sogno continuerà? Ed eccomi, più tardi, a simpatizzare per il Torino nel derby contro la Juve. E anche qui, ma purtroppo per i tifosi granata nel l’amarezza, il Dio del pallone ci riserva sorprese incredibili. Premetto che tra i migliori in campo c’erano Fabio Caressa e Beppe Bergomi, sempre di SKY, la coppia regina. Qualcuno dostirne che Caressa soffoca Bergomi, io penso che sia un tandem perfetto. Fabio è preciso e divertente, lo Zio e freddo e competente, interviene senza mai cadere in commenti banali. Ma veniamo alla partita. La Juve, stra favorita, va in vantaggio grazie a uno stupido rigore: é fatta, pensano tutti a quel punto, come potrà mai risollevarsi il Toro? E invece a poco a poco prende campo, di batte, emerge.
Peres segna uno dei gol più belli mai visti in ogni latitudine, il Toro si batte da pari a pari con i gobbi, la Juve resta in dieci, addirittura la vittoria sembra a portata di mano… No, all’ultimo secondo Pirlo azzecca un tiro vincente.
No, no, no. Perdere così é una cosa atroce; per tutti. La Juve aveva perso proprio così contro il mio Genoa, all’ultimo istante. Allegri viene a dirci che, così, giustizia é fatta. Ma il Toro, innocente, che male aveva fatto? No, la giustizia giusta non esiste in questo mondo, e neanche nel calcio…

cesare@lamescolanza.com

Corriere dello Sport Stadio

Share
Share